Quantcast
Il commissario di Campo annulla l’ordinanza anti-Rom - Tirreno Elba News
LA REDAZIONE
Scrivici
PUBBLICITÀ
Richiedi contatto

Il commissario di Campo annulla l’ordinanza anti-Rom

La motivazione: “Non c’era urgenza e pericolo per l’incolumità pubblica”

Il commissario di Campo annulla l’ordinanza anti-Rom

Non c’era urgenza e pericolo per l’incolumità pubblica tale da indurre il sindaco ad emettere l’ordinanza di divieto di campeggio abusivo e di sosta con roulottes o mezzi similari trasformati ad abitazione. Con questi presupposti il commissario prefettizio del Comune di Campo nell’Elba, Massimo Di Donato, ha emesso nella giornata di lunedì 8 agosto la propria prima ordinanza, revocando l’analogo provvedimento sindacale n. 36 emesso dall’allora sindaco Lorenzo Lambardi il 15 luglio scorso.
L’atto del commissario prefettizio campese, quindi, si allinea con quelle che erano state le richieste del Prefetto di Livorno Maria Teresa Costantino, che il 21 luglio aveva richiesto a tutti i sindaci elbani (senza esito, però) di annullare le proprie ordinanze che, come si ricorderà, erano motivate dalla presenza delle due famiglie rom accampate da tempo a Portoferraio. Il tutto, ai sensi dell’articolo 54 del Testo Unico degli Enti Locali, che consente appunto ai sindaci di intervenire con un proprio provvedimento in caso di urgenza e pericolo per l’incolumità pubblica.
La revoca dell’ordinanza, dunque, annulla il “divieto permanente di sosta 0/24, per il periodo dal 15 luglio al 31 dicembre 2016, su tutto il territorio comunale, di campeggi abusivi di roulottes e mezzi similari, comunque denominati e trasformati in abitazione, ancorché temporanea, nonché di tende o di qualsiasi altra attrezzatura o materiale idoneo a consentire l’alloggiamento o il giaciglio di persone, fatte salve le occupazioni debitamente autorizzate”