Quantcast
LA REDAZIONE
Scrivici
PUBBLICITÀ
Richiedi contatto

Proseguono le indagini sull’aggressione di Straccoligno

Nuovi particolari e un identikit forniti alla Polizia di Stato dalla vittima

Proseguono le indagini  sull'aggressione di Straccoligno

Proseguono a ritmo serrato le indagini degli uomini del commissariato di Portoferraio sull’aggressione che ha causato qualche giorno fa il ferimento di una ragazza in località Straccoligno e che sembra essere il gesto di un folle. In un primo momento si è parlato di lancio di sassi mentre la giovane tornava dalla spiaggia verso la propria auto. E’invece emerso che era stata aggredita da un uomo che con una pietra in mano tentava di colpirla. Un colpo è riuscito a metterlo a segno e ha provocato un taglio sulla fronte della ragazza che, allertata in qualche modo da quello sconosciuto che aveva incrociato sul sentiero e che prima aveva visto in spiaggia, si è girata in tempo per parare l’aggressione e reagire quel tanto che bastato ad evitarle conseguenze ben peggiori. Ha parato i colpi fino a che l’uomo è fuggito e lei ha potuto chiedere aiuto presso un’abitazione. Sul fatto sta indagando il commissariato di Portoferraio, per individuare autore e movente di un tale gesto. La giovane, una lavoratrice stagionale residente a Rio nell’Elba, non conosceva la persona che l’ha aggredita. La polizia scientifica del commissariato ha cercato eventuali residui di pelle o organici sulle mani e sul viso della ragazza per cercare di identificare l’aggressore. Sopralluoghi sono stati fatti dove si è verificato il fatto. E le indagini proseguono. Una vicenda molto inquietante su cui gli uomini del commissariato stanno tentando di fare chiarezza e cercare di individuare il colpevole e le ragioni che lo hanno spinto a questa folle aggressione anche sule indicazioni date dalla ragazza. “Aveva un cappellino, occhiali e barba  – spiega il commissario Nicola Vitale – non le sembrava un volto conosciuto. Stiamo indagando a tutto campo – questo è quello che può dirci per ora il dirigente del commissariato portoferraiese – per arrivare prima possibile alla conclusione di questa complessa vicenda