LA REDAZIONE
Scrivici
PUBBLICITÀ
Richiedi contatto

Chiessi, fiamme vicino case. Sotto controllo Capoliveri

I due incendi circoscritti, ma si parla di auto e di un serraglio bruciati

Chiessi, fiamme vicino case. Sotto controllo Capoliveri

Sono praticamente  sotto controllo  – ma ancora pericolose a causa del forte vento – le fiamme dei due incendi che si sono sviluppati nella mattina di domenica 7 agosto all’Elba, uno nel versante orientale e uno in quello occidentale. A  preoccupare maggiormente  è stato l’incendio di Chiessi, dove il fuoco ha minacciato le case, prima di dirigersi spinto dal vento verso la vicina Pomonte. Dopo l’intervento dell’elicottero della Regione Toscana di stanza all’Elba e quello da Livorno, per fronteggiare il fuoco a Capoliveri e a Chiessi, sono arrivati anche due Canadair della flotta nazionale dei Vigili del Fuoco e l’elicottero dei Vigili de Fuoco di Grosseto con benna antincendio. Sull’incendio sul Monte Calamita operano le squadre antincendio boschivo della struttura regionale. E’ stato richiamato in servizio personale locale per formare un’ulteriore squadra operativa, che si occuperà soprattutto del controllo delle zone bruciate nel timore della ripresa di forza di alcuni focolai.

Dalle prime ore del pomeriggio, poi, la maggior parte delle forze operative è stata dirottata verso Chiessi, dove il rischio di recrudescenza delle fiamme è ancora molto alto. La linea di fuoco sembrerebbe circoscritta, tanto che i due Canadair dopo le 14 sono rientrati alle rispettive basi. Fra Chiessi e Pomonte, però,  sono state molte le case che hanno rischiato grosso, anche se non si ha ancora un resoconto pur approssimativo. Fra gli addetti ai lavori si parla di alcune auto andate a fuoco, mentre sarebbe bruciato anche un serraglio all’interno del quale erano custoditi dei cani da caccia.

Rimandiamo quindi i nostri lettori a successivi aggiornamenti, soprattutto per capire l’entità dei danni nella zona occidentale dell’isola, mentre a Capoliveri si parla di circa 2/3 ettari di macchia andati in fumo.

Per la nostra galleria fotografica ringraziamo per le foto Stefania Romano, Alberto Baldetti, Lisa Costa e Luisa Mazzarri.