LA REDAZIONE
Scrivici
PUBBLICITÀ
Richiedi contatto

Giochi delle Isole: i comuni tengano fede agli impegni presi

Lo chiedono le società:"E' l'ultima possibilità per partecipare all'edizione"

Giochi delle Isole: i comuni tengano fede agli impegni presi

Con la mancata chiusura dei conti relativa all’edizione 2015 dei Giochi delle Isole e la conseguente, automatica, esclusione dall’edizione di quest’anno, lo sport elbano perde un’occasione unica di confronto internazionale. A rendere così preziosa l’esperienza dei Giochi è un insieme di fattori: l’età degli atleti (giovani tra i dodici ed i sedici anni di età), la multidisciplinarietà (dodici diverse discipline sportive), l’ambito internazionale (alla manifestazione sono ammessi sportivi provenienti da isole di tre continenti e dall’oceano pacifico), il livello agonistico elevatissimo (il confronto avviene spesso con campioni nazionali di categoria). Tutto questo nel contesto spesso esotico di isole lontane e nella vivacità dello scambio culturale generato dal vivere per qualche giorno insieme a ragazzi e ragazze talvolta molto diversi per cultura ed abitudini da quelle dei nostri piccoli campioni. Per le società sportive elbane perdere i Giochi delle Isole significa togliere agli atleti il traguardo più ambito, il sogno e lo stimolo che spinge a superare i propri limiti, che fa di un praticante di una disciplina un vero agonista, che fa sopportare ore ed ore di faticosi allenamenti e gli inevitabili momenti di sconforto. E’ per il rispetto che abbiamo verso tanta passione e sacrificio che ci uniamo al Delegato CONI Claudio Bianchi nel chiedere ancora a quegli amministratori elbani (che, non rispettando gli impegni economici assunti e sottoscritti, stanno nei fatti decretando la fine di questa insostituibile esperienza), di ripianare nel più breve tempo possibile il debito contratto nei confronti del Governo delle Isole Azzorre, sede dell’ultima edizione dei Giochi, per lasciare almeno uno spiraglio alla possibilità di partecipare alla competizione 2016. In caso contrario ci attendiamo una pubblica giustificazione delle loro scelte rivolta alle centinaia di piccoli agonisti elbani ed alle loro famiglie (ma non solo, visto l’indiscutibile valore sociale della pratica sportiva), senza dimenticare la risonanza internazionale che ha ormai assunto la questione.

Atletica (Soc. ATLETICAELBA)

Calcio (la Responsabile FIGC in rappresentanza di tutte le Società elbane)

Ginnastica Artistica (ASD CENTRO GINNASTICA PORTO AZZURRO)

Judo (JUDO CLUB ISOLA D’ELBA)

Nuoto (SNF TESEO TESEI)

Pallacanestro (POLISPORTIVA ELBA REKORD)

Pallavolo (ASD ELBAVOLLEY, POLISPORTIVA ELBA ’97, POLISPORTIVA ELBA REKORD)

Rugby (ASD ELBARUGBY)

Tennis (TENNIS CLUB PORTO AZZURRO e PORTOFERRAIO)

Vela (tutti i CIRCOLI VELICI ELBANI)