Quantcast
LA REDAZIONE
Scrivici
PUBBLICITÀ
Richiedi contatto

Continuano senza esito le ricerche di Pierluigi Bellucci

L'uomo è stato cercato anche all'Elba, il suo caso a "Chi l'ha visto"

Continuano senza esito le ricerche di Pierluigi Bellucci

Continuano le ricerche, per ora senza risultato, di Pierluigi Bellucci, il 62enne scomparso venerdì scorso intorno alle 23 da Limite sull’Arno. Bellucci, limitese di nascita è elbano di adozione. Meglio conosciuto come il Cicciaio, infatti, ha vissuto sulla nostra isola dal 1985 al 2000 circa. Non escludendo, quindi, un suo ritorno sull’Elba, mentre a Limite sull’Arno venivano battuti i boschi palmo a palmo, si chiedevano informazioni ad amici e conoscenti elbani nella speranza di avere notizie dello scomparso. L’ultima segnalazione risale infatti, intorno alle ore 23.00, del 18 marzo, orario in cui un testimone lo ha visto seduto sul muretto fuori dalla Casa del Popolo di Limite, prima di avviarsi sulla strada di casa. La scomparsa di Bellucci è un mistero che nessuno riesce a spiegare, nonostante si sia tentando in tutti i modi di ritrovarlo. Nella mattinata di giovedì 24 marzo in paese sono arrivati i cani molecolari (che riescono a trovare tracce anche a distanza di giorni) del Centro Cinofilo dei Carabinieri di Firenze, per fiutare le ultime tracce dell’uomo. L’unità cinofila è andata nella casa di Via Agaudio dove l’uomo vive con la compagna e qui ha recuperato alcuni effetti personali: pantofole, le solette di un paio di scarpe, i calzini , il rasoio da barba e un bottiglietta d’acqua. Per non lasciare nulla di intentato la vicenda di Bellucci è arrivata anche a Rai 3. Ne ha parlato “Chi l’ha visto?” la trasmissione che da anni si occupa di ricercare le persone scomparse. E’ stata presentata la scheda di Pierluigi Bellucci, nella speranza che sia la svolta per il caso del Cicciaio, di cui si sono perse le tracce ormai da 6 giorni.