Quantcast
LA REDAZIONE
Scrivici
PUBBLICITÀ
Richiedi contatto

Venerdì Santo, l’Elba prepara le tradizionali processioni

Suggestive soprattutto le tradizioni del versante occidentale dell'isola

Venerdì Santo, l'Elba prepara le tradizionali processioni

L’Elba prepara già da qualche giorno le tradizionali Processioni del Venerdì Santo. Oltre al rituale strettamente religioso legato alla rappresentazione della morte di Gesù Cristo, è soprattutto il versante occidentale dell’isola a far rivivere ogni anno le sue tradizioni. Qui, fra le frazioni campesi di San Piero e Sant’Ilario, le processioni sono addirittura due.

La mattina del Venerdì Santo alle ore sei, muovono due processioni, una da S.Piero e l’altra dal vicino paese S.Ilario dirette a visitare i sepolcri delle reciproche chiese e si incontrano a mezza strada (Accolta) intonando a turno i canti sacri di melodie medievali. Organizzate dalle rispettive Confraternite sono rese suggestive da croci (Calvario, Croce illuminata) e lampioni. Questa tradizione si perde nel tempo.


La sera del Venerdì Santo la processione di Cristo Morto si svolge per le vie del paese per le quali vengono trasportate la statua di Gesù Morto dagli uomini e quella della Madonna Addolorata dalle donne. Il coro intona canti antichi ( Miserere, Le Piaghe, Stabat Mater , Vexilla Regis e il Piangi). I giovani con le insegne e i camici della Confraternita portano Croci e Lampioni.‎