Quantcast
LA REDAZIONE
Scrivici
PUBBLICITÀ
Richiedi contatto

Capoliveresi di successo: la storia di Franca Forde

Ce la racconta il blog ViviCapoliveri. Una business woman con radici elbane

Capoliveresi di successo: la storia di Franca Forde

Il blog Vivi Capoliveri ci regala un’altra storia di capoliveresi di successo emigrati in tutto il mondo. La storia è quella di Franca Martini Forde, una vera e propria business woman made in Australia, ma con radici elbane e capoliveresi fortissime. Ve la riproponiamo.

 

“Che Capoliveri abbia sempre avuto un fortissimo legame con l’Australia è cosa risaputa, così come è noto che moltissimi capoliveresi in epoche diverse abbiano deciso di migrare verso il “nuovo continente” trovando fortuna oltreoceano.

Pochissimi sanno però che fra quei capoliveresi che hanno contribuito alla crescita demografica ed economica dell’Australia c’è anche una donna che è diventata simbolo dell’imprenditoria femminile del paese che l’ha adottata.

Forza, dinamismo, intelligenza sono le doti che le hanno permesso di avere successo e di affermarsi in Australia con un’azienda che fattura oltre 7.000.000 di dollari all’anno.

Lei è Franca Martini Forde, per sei anni eletta presidente della associazione di imprenditori Business Woman d’Australia, la sua società “Staffing Solutions” assomiglia ad una sorta di agenzia di collocamento privata. A lei si rivolgono professionisti e operatori di molteplici settori economici per trovare o offrire lavoro.

Innamorata di Capoliveri, che le ha dato i natali e dove ha vissuto fino all’età di 10 anni, Franca Forde torna quando il lavoro glielo consente nella sua “isola” e ViviCapoliveri ha avuto il piacere di incontrarla in questi giorni.

Sig.ra Forde, lei è una donna e un’imprenditrice di successo. Ma quando ha avuto inizio la sua storia?

“Tutto sempre accaduto quasi per caso. Dopo la morte di mia madre, avvenuta quando ero ancora piccolissima, mio padre decise di andare a cercar fortuna, come altri suoi compaesani in Australia. Partì che io avevo appena due anni. Ero rimasta con i nonni, gli zii e mio fratello. Noi lo seguimmo qualche anno più tardi, quando avevo 10 anni. E questo ha cambiato per sempre la mia vita.”

Come è stata la sua nuova vita in Australia?

“Non è stata facile, io e mio fratello adesso avevamo una nuova famiglia. Mio padre si era risposato, ma non era come quando abitavamo a Capoliveri. Ciò nonostante, l’Australia ci ha offerto tante possibilità soprattutto nel mondo della scuola e poi del lavoro. Fino a 18 anni abbiamo vissuto nella città di Adelaide, poi da qui con mio fratello ci siamo trasferiti a Darwin e abbiamo iniziato subito a lavorare.”

Di che cosa si occupava?

“Lavoravo nel settore alberghiero, svolgendo varie mansioni fino ad occuparmi della direzione e conduzione di grandi hotel sparsi per tutto il continente. Giunta ad un certo punto della mia carriera – mia e di mio marito – la società per la quale lavoravamo decise addirittura, viste le nostre capacità, di mandarci negli alberghi in difficoltà, quelli che avevano bisogno di un rilancio e di una buona direzione. Dove andavamo facevamo tornare in attivo le strutture.”

Grandi soddisfazioni dunque per voi!?!

“Sì certo, tante soddisfazioni, ma anche tanti sacrifici. Ci spostavano di continuo da un posto all’altro dell’Australia. Nel frattempo avevo avuto due figli e proprio loro, quando avevano 10 e 8 anni anni ci hanno chiesto di smettere di continuare a spostarci: loro, ci dissero, che non ci avrebbero più seguiti. Capii allora che dovevamo cambiare vita”.

E’ allora che è nata la vostra società?

“Pensai che potevamo sfruttare le nostre competenze acquisite in tanti anni di lavoro nel settore alberghiero per creare qualche cosa di nostro. E così è stato. Ho deciso di aprire questa agenzia a Cairns nel Queensland, la nostra città. Siamo partiti lavorando direttamente da casa, dal tavolo di cucina. Le prime settimane sembrava non accadere nulla, ero un po’ sconfortata, poi improvvisamente il telefono ha iniziato a squillare e tutto è cambiato”.

Oggi Franca Forde ha 500 dipendenti. Fra loro ci sono “colletti bianchi” e “colletti blu” ovvero di professioni intellettuali ed artigiani, tutto il mondo del lavoro è coperto.

“Avevamo iniziato con la formazione del personale da inserire nelle strutture alberghiere e con l’invio alle aziende che ce ne facevano richiesta di cuochi, camerieri, direttori d’albergo, hostess..poi – spiega Franca Forde – Abbiamo capito che le competenze e le professionalità richieste erano sempre di più. Oggi abbiamo avvocati, imbianchini, giardinieri, manager, idraulici… tutto quello che serve nel mondo del lavoro”.

Qual è il segreto del successo della sua azienda sig.ra Franca?

“Non ho dubbi sul fatto che dedizione al lavoro e grande attenzione per il cliente siano la chiave per continuare ad avere successo nel nostro lavoro. Gli ostacoli non sono mancati e neppure i concorrenti, ma procedendo sempre con impegno e onestà siamo riusciti ad ottenere tutto questo”.

Quale consiglio si sente di dare ai giovani che leggeranno questo articolo?

“Un solo consiglio:  a chi vi dice “Tu non lo puoi fare” devi rispondere “Io lo faccio” e andare avanti per la tua strada!”