Quantcast
LA REDAZIONE
Scrivici
PUBBLICITÀ
Richiedi contatto

Fine del Granducato di Toscana Asburgo Lorena

L'alba dell'unità d'Italia all'Elba e a Portoferraio. Mantenere l'ordine pubblico (1859 1860). Di Marcello Camici

Fine del Granducato di Toscana Asburgo Lorena

Il 29 aprile 1859 il Governatore militare e civile di Livorno scrive a quello di Portoferraio:
“Al Sig. Governatore dell’Elba Portoferraio
Ill.mo Signore
Mi reco premura a partecipare a VS Ill.ma il tenore di un dispaccio in data di ieri che mi ha diretto il Governo Provvisorio Toscano per quel che riguarda codesto Circondario Governativo voglia dare le opportune disposizioni per la immediata esecuzione delle prescrizioni contenute in detto dispaccio non senza raccomandarle di fare in modo che tutto avvenga con calma e regolarità
= Il Governo Provvisorio Toscano fermo nell’intendimento col quale è stato formato che è quello di mantene re l’ordine pubblico fino a che sia disposto altrimenti del Paese,temendo che la Popolazione possa altrimenti trascorrere ad atti rumorosi,La invita a dare le disposizioni necessarie ,perché da tutti gli Uffizi di codesto Compartimento siano tolte le armi granducali nella notte immediatamente successiva al ricevimento della presente e più quietamente possibile ,provvedendo a cuoprire con tappeti o con bandiere quelle che per qualsivoglia causa non potessero essere rimosse.=
Si compiaccia poi darmi conto dell’esito che avrà avuto l’operazione come sopra comandata ed intanto io mi confermo con ossequio distinto.
Di VS Ill.ma
Dal Governo di Livorno lì 29 Aprile 1859
Dev.mo Servitore
Bargagli”
(Affari Generali del Governo dell’Elba 1859-1860.Doc 101-260.Carta 172 .”Governo provvisorio Toscano.Proclami ed altre carte relative”.Archivio storico comune Portoferraio)
Sempre lo stesso giorno,il 29 aprile, il governatore dell’Elba,Facdoulle, è messo in stato di disponibilità e il tenente colonnello Fineschi è nominato alla carica di Governatore Militare e Civile dell’Elba.
E’ quanto si apprende dal comando generale dell’esercito toscano.
“Comando Generale dell’Esercito Toscano
Al Governo Civile e Militare dell’Elba
Portoferraio
Firenze Lì 29 Aprile 1859
Il Governo Provvisorio Toscano – Decreta-
Articolo 1 Il Colonnello Odoardo Facdoulle Governatore Militare e Civile dell’Elba è posto in stato di dispo nibilità.
Articolo 2 Il Tenente Colonnello Lorenzo Fineschi,Capo dello Stato Maggiore Generale è promosso al grado di Colonnello di Fanteria , e nominato alla predetta carica di Governatore Militare e Civile dell’El ba col trattamento annesso al grado e posto
D’Ordine
(Idem come sopra)
Il Segretario
Gio Battista Mangini “
Il governatore militare e civile del Circondario Governativo dell’Elba,Facdoulle, ricevute le istruzioni di cui sopra emana un proclama stampato rivolto ai cittadini dell’Elba
” CITTADINI
Mentre io sono tanto contento del contegno dignitoso che avete tenuto,della conservazione dell’ordine e della quiete del Paese,perlochè mi chiamo felice di trovarmi fra Voi;mentre si aspettano gli ordini per regolare l’andamento del Governo di questa Isola,non so trattenermi dall’esortarvi a conservarvi lieti e tranquilli ora che glia avvenimenti di Firenze fanno ritenere essere la Toscana abilitata a prepararsi a prender parte alla Guerra della INDIPENDENZA ITALIANA.
Fidando nel vostro senno e nell’amore che avete per l’ordine , e per la quiete del Paese,sono lieto di proseguire a reggere il governo di questa isola.
Portoferrajo lì 29 Aprile 1859
(Idem come sopra) Marcello Camici mcamici@tiscali.it
Il Governatore FACDOULLE “