LA REDAZIONE
Scrivici
PUBBLICITÀ
Richiedi contatto

Federalismo Demaniale, “come valorizzare gli immobili”

Tra le proposte presentate un museo del mare al palazzo ex poste

Federalismo Demaniale, "come valorizzare gli immobili"

Inizia il processo di valorizzazione degli immobili che sono passati nella disponibilità del comune di Portoferraio con il federalismo demaniale. Un processo iniziato il 6 febbraio 2015 ma che solo a gennaio di quest’anno si è concretizzato con il passaggio al comune degli immobili. E neanche tutti, ad esempio i Forni di San Francesco ancora non sono passati nella disponibilità portoferraiese anche se lo saranno entro breve tempo. La giunta del capoluogo ha comunque già delle idee (“a differenza di quanto sostiene la minoranza Pd” ha commentato l’assessore Angelo Del Mastro) su come valorizzare i diversi immobili, alcuni dei quali andranno a creare una sorta di percorso virtuoso nel centro storico. Di queste idee si è fatto portavoce l’assessore competente, Angelo del Mastro. “Partendo dalle Galeazze – ha detto l’assessore – su questo ci troviamo d’accordo con il gruppo “Cosetta Pellegrini sindaco” ed abbiamo pensato di destinarlo alla valorizzazione dei prodotti tipici, farne una sorta di centro del buon vivere elbano”. Per ristrutturare le Galeazze la giunta ha chiesto un finanziamento di 850 mila euro dai Fondi Dupim per le isole minori ( di questi 600mila per il rifacimento del tetto). Sono fondi finanziati al 70% per cui la risposta dovrebbe arrivare entro la fine del mese. C’ poi il palazzo delle poste, immobile che potrebbe anche essere venduto ma che il comune ha intenzione di utilizzare. “Si parla sempre dello svuotamento del centro storico – commenta Del Mastro – e allora per attirare visitatori abbiamo pensato di farci un polo museale. E’ qui che potrebbe essere realizzato il museo del mare”. Andando verso la parte alta arriviamo al Padiglione dei Mulini e ad una palazzina sotto Forte Stella, anche questa demaniale ed entro pochi giorni assegnata al comune. “Nella parte alta mancano i servizi di ristorazione – continua l’assessore – quindi nella palazzina di Forte Stella si potrebbero realizzare un ristorante e un bar. Per il Padiglione abbiamo pensato ad un albergo, per creare un percorso che dal centro porta verso la parte alta che ospita musei importanti”. Ed infine la ex Caserma Teseo Tesei. Qui il discorso è più complesso. La zona delle strutture sportive è già del comune e qui l’intenzione è di realizzare uno skate park al posto della tensostruttura, creare uno spazio per il beach volley, rimettere in sesto il campo di calcetto e realizzare una nuova piscina. La ex mensa che si trova al di là del muro nelle intenzioni della giunta potrebbe essere destinata ad ospitare le numerose associazioni che operano in territorio portoferreiase, mentre le per altre strutture, quelle che dovrebbero essere destinate a polo scolastico ancora non si sa. Bisogna attendere la decisione finale della conferenza dei sindaci sulla loro destinazione finale. “Le idee ci sono – dice Del Mastro – ma dobbiamo sentire il parere degli altri”. Ed infine i Forni di San Francesco, tra poco al comune. “vorrei dedicare questo a sede di start up giovanili – termina – magari a prezzo convenzionato, per dare una mano a chi vuole iniziare una attività . Intanto abbiamo chiesto 300 mila euro ai fondi Dupim per fare la copertura del Piazzale De Laugier sopra i forni”