Quantcast
LA REDAZIONE
Scrivici
PUBBLICITÀ
Richiedi contatto

Capoliveri, aggredito in casa Don Emanuele Cavallo

Malviventi incappucciati messi in fuga. Indagano i carabinieri

Capoliveri, aggredito in casa Don Emanuele Cavallo

Erano circa le 23.30 di venerdì 18 marzo, quando due uomini incappucciati, hanno bussato alla porta della Canonica di via Soprana, abitazione di Don Emanuele Cavallo, parroco della parrocchia Santa Maria Assunta di Capoliveri . Quando il prete ha aperto, è stato subito aggredito dalle due persone che senza dire parola, hanno cercato di spingerlo verso l’interno. La prontezza di riflessi di Don Emanuele, che è riuscito a divincolarsi dalla presa di uno dei due malviventi, gli ha permesso di spingerlo fuori dove era ancora il complice. Immediatamente Don Emanuele Cavallo ha richiuso la porta a chiave mentre i due aggressori evidentemente hanno desistito dal loro intento e si sono dileguati. Solo stamani, dopo avere detto Messa, il parroco si è recato alla stazione dei Carabinieri di Capoliveri, per sporgere regolare denuncia. Niente è stato rubato, e nessuna parola è stata pronunciata dai due incappucciati, Don Emanuele, ha riportato un graffio all’altezza della tempia ed una escoriazione alla base della testa, segni della colluttazione. Un episodio molto strano, sul quale stanno indagando a 360° gli uomini dell’Aliquota Operativa del Nucleo Radiomobile dei Carabinieri di Portoferraio, con i colleghi di Capoliveri che hanno già effettuato un sopraluogo tecnico e stanno visionando i filmati di alcune telecamere funzionanti, situate nelle zone limitrofe alla Canonica.