Quantcast
Coldiretti: "Contraffazione alimentare, lasciati soli" - Tirreno Elba News
LA REDAZIONE
Scrivici
PUBBLICITÀ
Richiedi contatto

Coldiretti: “Contraffazione alimentare, lasciati soli”

La denuncia dell'associazione: "E' mancato l’appoggio del mondo politico".

Coldiretti: "Contraffazione alimentare, lasciati soli"

L’8 Marzo 2016 si è svolta a Portoferraio nella Sala Riunioni del Consorzio Agrario di Portoferraio l’Assemblea dei Soci Coldiretti dell’Isola d’Elba alla presenza del Presidente Provinciale SIMONE FERRI GRAZIANI, del Presidente di Zona Elba ALLORI GUIDO, del Direttore Provinciale ANIELLO ASCOLESE, del responsabile servizio fiscale SABRINA BONANNI del responsabile settore tecnico CLAUDIO ERCOLANI . e del Segretario di Zona Elba MINELLI ROBERTO.
Dopo la visione di un bellissimo filmato che riassume tutte le iniziative che Coldiretti ha intrapreso con successo nell’anno 2015 prima fra tutte la partecipazione straordinaria ad EXPO 2015, sono state affrontate le novità relative al settore agricolo previste nella nuova Legge Finanziaria che per la prima volta introduce degli sgravi veramente significativi per le Aziende agricole quali la cancellazione dell’IRAP e l’esenzione dall’IMU dei terreni.

Successivamente il Dott. Ercolani ha illustrato i nuovi Bandi previsti nel P.S.R. regionale della Toscana che daranno la possibilità di presentare le domande per ottenere i finanziamenti legati appunto a questi regolamenti comunitari.
L’attuazione di queste cosiddette “MISURE” è previsto entro il mese di settembre 2016 .
Da registrare con particolare interesse che le domande per l’insediamento giovani in agricoltura, hanno registrato la presenza di 7 domande per il nostro territorio dimostrando il crescente interesse per l’attività agricola.

Il Presidente Provinciale FERRI GRAZIANI ha ribadito fra le altre cose come tutti i risultati ottenuti nel 2015 siano frutto della grande fiducia e nella trasparenza negli atteggiamenti che COLDIRETTI ha sempre ottenuto e mantenuto sia nei confronti del mondo politico tutto, sia da quello dei consumatori.
Naturalmente l’Assemblea non poteva non affrontare il problema della presenza degli ungulati alla luce anche della nuova Legge Regionale Toscana.
Sono emerse delle forti preoccupazioni circa gli effettivi risultati che l’applicazione di detta Legge porterà sul territorio dell’Elba.
“Attendiamo comunque – dicono dall’asociazione –  la emanazione dei regolamenti di attuazione per avere l’effettivo quadro della situazione.
Si prevede infatti l’organizzazione di uno specifico appuntamento sull’Elba, per affrontare approfonditamente questa situazione di estremo disagio da parte delle Aziende agricole”.
Coldiretti non poteva inoltre tacere sul grande problema che affligge l’agricoltura italiana e anche quella della nostra Regione e specificatamente la piaga della contraffazione alimentare.
“Noi abbiamo sempre sostenuto una battaglia contro questa mancanza di regole per impedire che ciò avvenga sistematicamente – conclude l’associazione –  ma spesso ci siamo ritrovati soli e senza l’appoggio indispensabile del mondo politico”.