Quantcast
Comune Unico, Comuni di versante? Grazie, non ci interessa - Tirreno Elba News
LA REDAZIONE
Scrivici
PUBBLICITÀ
Richiedi contatto

Comune Unico, Comuni di versante? Grazie, non ci interessa

I risultati del sondaggio di Tenews sulla semplificazione amministrativa

Comune Unico, Comuni di versante? Grazie, non ci interessa

Niente di nuovo sotto i campanili. Verrebbe da dire questo, commentando i risultati del sondaggio fatto da Tenews.it fra i suoi lettori a proposito di alcune ipotesi di semplificazione istituzionale emerse nella discussione intorno all’applicazione del contributo di sbarco ed alla capacità decisionale dei comuni frenata dalla frammentazione amministrativa.
Quasi duemila – 1981 per l’esattezza – i contributi espressi dai nostri lettori con il loro voto, seguendo una evoluzione delle preferenze che ha portato ad una netta vittoria dei fautori dello “statu quo” , ovvero di coloro che vogliono conservare la situazione attuale degli otto comuni. Ben il 52,7% dei lettori si è espresso in questo senso, con una progressione perentoria che va a confermare la tendenza del referendum del 2013.
Se chi vuole il comune unico dell’isola d’Elba è rimasto confinato al 15,2% dei voti, emerge però netta la percentuale dei lettori (29,2%) che oggi pensano seriamente alla proposta dei due comuni di versante (Elba Est e Elba Ovest) lasciando a Portoferraio la funzione baricentrica di capoluogo. Bocciata la “proposta Barbetti”, quella di restare con otto comuni e una Unione di Comuni “con maggioranze che vadano al di là della politica e che siano maggioranze istituzionali che lavorino per il Bene Comune dell’Elba”. Presa in considerazione solo da pochi intimi, infine (0,86%) la proposta di accorpare marine e castelli a Rio e a Marciana.
L’Elba dunque resta arroccata sulle sue posizioni? Non è ancora pronta a questo tipo di semplificazione istituzionale? Forse le cose stanno davvero così, ma la sensazione – confortata anche dai numeri – è quella di una nuova apertura di dialogo sull’argomento. Attendiamo nuovi contributi ma soprattutto voci istituzionali a commento della nostra iniziativa.