Quantcast
Pescatore scomparso, in corso ricerche a terra e in mare - Tirreno Elba News
LA REDAZIONE
Scrivici
PUBBLICITÀ
Richiedi contatto

Pescatore scomparso, in corso ricerche a terra e in mare

Trovate in acqua le ciabatte. In arrivo anche una squadra di sommozzatori

Pescatore scomparso, in corso ricerche a terra e in mare

Sono in corso dal pomeriggio di domenica 28 febbraio, sia a terra che in mare , le ricerche di un pescatore tunisino di 49 anni la cui scomparsa è stata segnalata dal fratello ai Carabinieri della Compagnia di Portoferraio.
L’uomo, da circa 20 anni residente all’Elba, faceva parte dell’equipaggio del peschereccio “La Rondine”, in disarmo ma ormeggiato in prossimità dei cantieri Esaom di Portoferraio, ed è stato visto per l’ultima volta nella giornata di sabato proprio a bordo dell’imbarcazione, dove viveva insieme al fratello.
A preoccupare  gli inquirenti è il fatto che a bordo del peschereccio sono stati ritrovati gli effetti personali dell’uomo, fra cui il portafogli e il telefono cellulare, ma soprattutto il ritrovamento delle ciabatte da lui di solito usate – riconosciute anche dal fratello – galleggianti in acqua nella zona prospiciente quella dove il peschereccio è ormeggiato.
A seguito di questo, già dal pomeriggio di domenica, i Carabinieri hanno chiesto l’intervento della Capitaneria di Porto, che ha perlustrato fino a buio le acque della rada di Portoferraio, riprendendo le ricerche questa mattina all’alba. In arrivo anche una squadra di sommozzatori dei Vigili del Fuoco che, non appena le condizioni delle acque intorbidite dal maltempo degli ultimi giorni lo consentiranno, inizierà anche delle ricerche subacquee.