Quantcast
LA REDAZIONE
Scrivici
PUBBLICITÀ
Richiedi contatto

Sondaggio: si chiude, elbani favorevoli alla linea Barbetti

Alta comunque la percentuale dei voti a favore dell'Elba No Tax

Sondaggio: si chiude, elbani favorevoli alla linea Barbetti

Un piccolo contributo abbiamo provato a darlo anche noi. Il sondaggio on line sulle varie ipotesi di applicazione del contributo di sbarco all’Elba è stato votato da quasi mille lettori (980 per la precisione) di Tenews, ed ha sviluppato la discussione prima che si arrivasse ad estremizzare il tutto, come è avvenuto nelle ultime battute di questo fine settimana.

In attesa dei prossimi passi concreti, nell’interesse di tutta l’Elba, della sua promizione turistica e degli interventi di respiro comprensoriale che il territorio ha bisogno di vedere finanziati quanto prima, andiamo quindi a leggere i numeri legati alle percentuali dei pareri espressi nel nostro sondaggio.

Elba favorevole alla linea Barbetti, come dicevamo nel titolo, con il 31,5% dei voti, probabilmente tesi a spingere l’idea di una promozione turistica che rischi di essere lasciata in un angolo dopo le linee di comunicazione tracciate dal Bicentenario, proprio ora che c’era bisogno di ulteriori slanci.

Non esce male dai numeri, però, la proposta-Lambardi, che riscuote il 24,9% dei consensi a testimonianza di quanto possa essere apparsa concreta l’ipotesi tracciata dal sindaco campese, con due gestioni associate di cui una dedicata espressamente alla gestione degli interventi comprensoriali sul territorio.

Resta confinato al 20,9% ma non può essere ignorato il messaggio di coloro che vorrebbero un’Elba Free Tax, senza aggravi al già importante costo dei traghetti, per giocarsi anche questa immagine a livello di attrattiva turistica in alternativa alla promozione.

Al 15,8% resta invece la proposta Ferrari, che aveva sparigliato il tavolo nelle prime battute della discussione ma che poi si è arenata di fronte alle decisioni da prendere sulla ipotesi di “peso ponderato” dei comuni che avrebbero inevitabilmente condizionato tutto il resto della discussione e della trattativa.

Ultima ipotesi anche nei numeri quella della applicazione della Tassa di Soggiorno, (6,9% dei voti), anche se lo stesso Barbetti (come scritto in altre parti di questo giornale) non la scarta definitivamente, anzi la tiene nel cassetto come eventuale “piano B”.

In attesa di azioni concrete da parte dei nostri politici, il nostro contributo alla discussione finisce qui, almeno per questo argomento. ma ne abbiamo già in serbp on altro, che lanceremo già in questo fine settimana.