Quantcast
Il sondaggio: diteci la vostra sul contributo di sbarco - Tirreno Elba News
LA REDAZIONE
Scrivici
PUBBLICITÀ
Richiedi contatto

Il sondaggio: diteci la vostra sul contributo di sbarco

Al voto su Tenews le proposte di Barbetti, Ferrari e Lambardi, ma anche altre

Il sondaggio: diteci la vostra sul contributo di sbarco

Ormai, da esperti del web quali siamo costretti ad essere dalle regole di mercato e della competitività, sappiamo bene che quando si parla di questioni che orbitano nella sfera della politica l’istinto di chi ci legge sia quello di andare a “cliccare” da un’altra parte.
Stavolta, però, non possiamo fare a meno di coinvolgere i nostri lettori, perché quello che sta succedendo intorno al contributo di sbarco finirà – direttamente o indirettamente – ad andare a pesare sulle tasche di tutti noi. Che sia per mancata promozione turistica della destinazione Elba, o per l’assenza di interventi comprensoriali legati al decoro delle nostre strade, alla raccolta rifiuti ed a tutte quelle attività previste comunque dagli scopi di applicazione del nuovo tributo nelle Isole Minori.
E allora, cari lettori, diteci la vostra: chissà che non possa aiutare chi di dovere a decidere nella maniera giusta.
Le ipotesi che vi proponiamo sono innanzitutto quelle legate alla proposta dei sindaci.
La proposta Barbetti (in sintesi): le proposte a dire il vero sono tre, a seconda dell’entità del contributo da applicare, e prevedono di privilegiare la GAT (Gestione Associata Turismo) rispetto ai progetti comprensoriali, dividendo il resto dei proventi in maniera da tenere conto dell’importanza di Portoferraio (doppia rispetto agli altri comuni).
La proposta Ferrari (in sintesi): 670mila euro alla GAT, un milione di euro all’anno per i progetti comprensoriali, ma soprattutto l’introduzione del cosiddetto “peso ponderato” per le ripartizioni dei proventi restanti e per le decisioni da assumere.
La proposta Lambardi (in sintesi): dividere in due gestioni associate il tutto: una , quella già in atto per la promozione turistica, ed una seconda – che diventa automaticamente la principale – dedicata alla gestione del contributo di sbarco, proponendosi come comune capofila di quest’ultima.
Introduciamo però anche due ulteriori possibilità da votare per i nostri lettori, entrambe provocatorie: l’applicazione della Tassa di Soggiorno ad opera di ciascun comune, con le conseguenze – e le reazioni – che tutti immaginiamo, oppure la soluzione estrema di non applicare nessun contributo di sbarco, puntando sul concetto “Elba Free Tax” tanto bello e suggestivo quanto poco realista in termini di competitività con le altre destinazioni.
Proviamo a vedere cosa ne pensano i (tanti) lettori di Tenews.it. A loro lasciamo anche la possibilità di commentare il tutto per esteso, scrivendoci all’indirizzo e.mail redazione@tenews.it . Assicuriamo la pubblicazione in pagina di tutte le proposte e considerazioni attinenti all’argomento in maniera propositiva e senza offese.

Si vota, dunque: fatelo nella colonna di destra della home page di Tenews.it .