LA REDAZIONE
Scrivici
PUBBLICITÀ
Richiedi contatto

Prove di disgelo fra la Fondazione Isola d’Elba e Onorato

Lettera aperta del presidente della Commissione Trasporti all'AD di Toremar

Prove di disgelo fra la Fondazione Isola d'Elba e Onorato

Una lettera aperta all’AD di Toremar Achille Onorato. A scrivere è Alberto Nannoni, presidente della Fondazione Isola d’Elba Onlus, per cercare di ricomporre i rapporti fra la Fondazione e Onorato dopo la lettera di dimissioni di quest’ultimo, seguìta al convegno sui trasporti marittimi dello scorso dicembre.

“Sono ripresi in questi giorni i lavori della nostra Commissione – esordisce Nannoni – ed abbiamo avuto modo, nella nostra prima riunione del 2016, di condividere la sua cortese lettera del 15 dicembre scorso.
L’occasione ci è gradita per confermarle l’assoluta assenza di secondi fini nell’organizzare il Convegno “E la nave va…” che aveva l’obiettivo di far dialogare soggetti privati e istituzionali su un tema di grande importanza per l’Isola e per i suoi abitanti: quello della continuità territoriale e del costo dei trasporti, sia aerei che marittimi, che pesano certamente sui budget, sia dei privati che delle imprese.
Abbiamo dato ampio spazio agli interventi ed alle repliche e lei stesso ha orientato il taglio del confronto, avendo avuto la parola per primo, entrando subito nel merito della “concorrenza”.
L’importanza ed il ruolo, della Navarma prima e della Moby e della Toremar in epoche più recenti, è stato ampiamente riconosciuto. I problemi legati alla gestione del mercato fra imprese concorrenti è però un fatto assolutamente privato e deve trovare soluzioni nei luoghi deputati. Un convegno può solo servire a far sedere a uno stesso tavolo soggetti diversi con pari dignità per uno scambio, ci auguriamo, proficuo e foriero di idee costruttive. Siamo certi che l’incontro, seppur animato, ha sollevato una serie di questioni alle quali gli stakeholders presenti al convegno vorranno dare soluzioni, puntando tutti allo sviluppo economico e sociale dell’Elba.
La nostra Commissione, come le altre, lavora in autonomia rispetto al Consiglio Direttivo ed è composta per la maggioranza da liberi cittadini, alcuni neppure elbani, che credono e perseguono gli scopi della Fondazione. Per approfondire alcune tematiche e ampliare le nostre competenze abbiamo incontrato esponenti del settore e, in quest’ottica, ci farebbe piacere incontrarla per presentarci e scambiarci opinioni sul futuro dell’Isola.

Il trasporto in senso lato – comprendendo anche il trasporto terrestre, il TPL, i parcheggi, le infrastrutture, etc. – è certamente una leva fondamentale per lo sviluppo “sostenibile” del turismo e dell’economia elbana in genere. Ci troviamo quindi a focalizzare l’attenzione della Commissione, dei soci, dei nostri interlocutori, su alcuni temi specifici quali l’aeroporto, l’approvigionamento idrico, i servizi di trasporto terrestre, la portualità sia commerciale che turistica, la riqualificazione degli waterfront, ed altri ancora.
Su alcuni di questi temi svilupperemo iniziative, scevri da qualsiasi interesse di parte o da conflitti, ai quali sarà gradita la sua partecipazione.
In attesa di incontrarla personalmente le porgo i più cordiali saluti insieme agli auguri di buon lavoro”.

 

Il Presidente della Commissione Trasporti
Ing. Alberto Nannoni