Quantcast
LA REDAZIONE
Scrivici
PUBBLICITÀ
Richiedi contatto

Crociere, la soluzione? Ripensiamo seriamente al Grigolo

di Sergio Bicecci

Crociere, la soluzione? Ripensiamo seriamente al Grigolo

Un Comunicato dell’APPE informa che la prossima stagione turistica ci porterà un buon incremento di approdi croceristici con il conseguente sbarco di migliaia di turisti in più. Già nel 2015 l’incremento era stato appezzabile e penso oggi, avendo ulteriore conferma, che tanto non sia dovuto alla capacità promozionale di quanti hanno tale compito, quanto a ciò che sta accadendo sulle sponde sud del Mediterraneo. E’ naturale che si pensi, conseguentemente , ad un adeguamento delle nostre banchine di approdo. Ben venga quindi l’allungamento dell’ “alto fondale”. Si deve prendere atto che la croceristica attuale si sta orientando su barche che superano abbondantemente i 300 metri, la cui lunghezza causerebbe inevitabilmente difficoltà di manovra all’interno dell’area portuale oltre a limitare, aspetto ancor più negativo, l’operatività alla continuità territoriale, essendo la banchina interamente occupata per tutta la giornata, qualche volta fino alle ore 21/22. Ma non stiamo auspicando un aumento degli slot?. Così come non sto affatto affermando che l’idea di allungare la banchina sopra detta sia sbagliata, tutt’altro è da fare e subito!. Sto invece sottolineando che si deve pensare al prossimo futuro in linea coi tempi, che dobbiamo prevedere e progettare soluzioni che non compromettano le attuali operatività esistenti e che, invece, facilitino ulteriori sviluppi futuri. Insisto nel dire, e non scopro l’acqua calda, che la soluzione sta nel progettare, con le moderne tecniche ingegneristiche, una banchina lungo tutto il litorale del “Grigolo” e parallela al litorale stesso. Avremo così un approdo facile, senza difficoltose manovre di approdo, senza invadere spazi e manovre all’interno dell’area portuale e slot a disposizione.
Sergio Bicecci