LA REDAZIONE
Scrivici
PUBBLICITÀ
Richiedi contatto

Porto Azzurro, detenuto semilibero non rientra in carcere

Era al lavoro come operatore ecologico a Rio Elba. Ora è ricercato

Porto Azzurro, detenuto semilibero non rientra in carcere

Non rientra in carcere dopo il lavoro esterno che gli era stato concesso ed ora è ricercato, con molta probabilità ancora sul territorio dell’isola. Protagonista di questa che deve essere considerata come un’evasione è un detenuto nordafricano, ristretto presso la Casa di Reclusione di Porto Azzurro. L’uomo era uno dei sei detenuti ammessi dalla Amministrazione Penitenziaria al lavoro esterno presso il comune di Rio Elba, con le mansioni di operatore ecologico. Il Nordafricano aveva lavorato venerdì ed aveva fatto regolare rientro a Forte San Giacomo, uscendo poi al sabato mattina per una attività di volontariato gratuito alla quale era regolarmente autorizzato. Da quel momento si sono perse le sue tracce.

Non è purtroppo il primo caso di questo genere che accade con detenuti  ammessi al lavoro esterno. Mentre continuano le ricerche delle Forze del’Ordine, prosegue comunque regolarmente la collaborazione fra la Casa di Reclusione e il comune di Rio nell’Elba: già lunedì mattina gli altri cinque reclusi auutorizzati al lavoro esterno si sono regolarmente presentati in servizio.