Quantcast
LA REDAZIONE
Scrivici
PUBBLICITÀ
Richiedi contatto

Toscana Wine Architecture, c’è La Tenuta delle Ripalte

La cantina progettata da Tobia Scarpa fra le 14 più belle della Toscana

Toscana Wine Architecture, c'è La Tenuta delle Ripalte

C’è anche una cantina dell’Isola d’Elba nel progetto Toscana Wine Architecture, presentato dalla Regione Toscana all’apertura della BIT di Milano, la Borsa Internazionale del Turismo.
A fianco della Cantina del Consorzio del Brunello di Montalcino, della Cantina Petra di Suvereto e della Cantina Antinori di San Casciano Val di Pesa, solo per citare le più famose, c’è infatti quella della Fattoria delle Ripalte a Capoliveri, situata sul promontori di Monte Calamita.
La Fattoria, nata nel 1896, è stata riconvertita nel 2002 dalla proprietà attuale, con la collaborazione di Piermario Meletti Cavallari, ex patron di Grattamacco a Bolgheri, per valorizzare la vocazione viticola dei suoi terreni. 15 ettari di nuove vigne occupano oggi le migliori posizioni della Tenuta, mentre la moderna cantina è stata firmata dal famoso architetto Tobia Scarpa , un edificio a forma di parallelepipedo, ricoperto da pietra di granito e perfettamente “mimetizzato” nell’ambiente naturale che si impone con grande fascino sull’ambiente circostante.
Toscana Wine Architecture è un circuito di 14 cantine d’autore e di design, firmate dai grandi maestri dell’architettura contemporanea. Veri e propri templi del vino progettati da grandi architetti. Edifici bellissimi, perfettamente integrati con il paesaggio circostante, cui sono associate tecnologie all’avanguardia nella costruzione e produzione. Ad esse si affiancano poi cantine che ospitano installazioni artistiche e che hanno sviluppato rapporti interessanti con l’arte moderna, creando un sistema culturale e produttivo vitale e innovativo. Tutte le 14 cantine hanno aperto i battenti a visite e degustazioni.