LA REDAZIONE
Scrivici
PUBBLICITÀ
Richiedi contatto

Ripartiti i traghetti, occhio ai colpi di coda del meteo

Collegamenti ripresi, già da domani torna il libeccio. Pioggia nel week end

Ripartiti i traghetti, occhio ai colpi di coda del meteo

24 ore di isolamento dal resto del mondo: questa la conseguenza del fortissimo vento che dal pomerigigo di martedì 9 febbraio ha letteralmente spazzato l’Isola d’Elba e l’arcipelago toscano, impedendo qualsiasi forma di collegamento con il resto del mondo.

Traghetti fermi a banchina dalle 17 di martedì, stavolta neanche l’aereo di Silver Air ha potuto effettuare il suo volo di continuità territoriale con l’aeroporto di Pisa. Il fortissimo vento, che ha toccato picchi di 140 kmh rilevati dalla stazione meteo di Monte Perone, non ha consentito i voli, così come è accaduto nella vicina Corsica che ha dovuto chiudere a sua volta per diverse ore gli aeroporti internazionali di Ajaccio e di Bastia.

I disagi e le conseguenze del maltempo li abbiamo elencati negli aggiornamenti che abbiamo fatto nel corso di questa lunga giornata: danni ad alberi, strade, cornicioni e tende, un’auto schiacciata da un albero caduto al Cavo, servizi essenziali come quelli sanitari e scolastici praticamente ridotti all’osso per la mancanza del personale pendolare, forniture di negozi o di servizi praticamente bloccate, centinaia di persone che non hanno potuto tornare a casa o partire per le destinazioni già programmate, spesso viaggi o impegni di lavoro, qualche volta spostamenti legati a motivi di cura presso altre sedi.  Questo il lungo elenco di quello che ha subìto chi vive o lavora sull’isola in questa lunga giornata.

La conclusione dell’isolamento è finalmente arrivata alle 17,10, con l’Oglasa di Toremar che è riuscita a partire da Portoferraio, ripartendo poi alle 19 da Piombino. Prima ancora, alle 18,15 , è ripartita la Moby Love, che da ieri sera aveva ospitato a bordo gli elbani rimasti bloccati a Piombino.

Presto, comunque, per parlare di emergenza superata: le previsioni parlano di una progresiva attenuazione del vento e del mare fino alle 10 di giovedì 11 febbraio. Subito dopo, però, ci sarà una nuova intensificazione con venti da sud ovest di libeccio che potranno raggiungere i 70 kmh: una condizione , questa, destinata a durare fino alle 22 di giovedì. Non è finita: sabato tornerà lo scirocco, al quale si sostituirà la pioggia per un periodo piuttosto lungo, che potrebbe durare fino a mercoledì della prossima settimana.