Quantcast
Il 25 aprile "Porte aperte a Pianosa!" - Tirreno Elba News
LA REDAZIONE
Scrivici
PUBBLICITÀ
Richiedi contatto

Il 25 aprile “Porte aperte a Pianosa!”

Arriva l'evento annullato per maltempo a Pasquetta. Organizzano Pnat, Comune di Campo nell'Elba, Ministero della Giustizia, Prap Toscana e Amici di Pianosa. Il programma

Il 25 aprile "Porte aperte a Pianosa!"

L’evento della Pasquetta, che era stato organizzato a Pianosa, è stato annullato per avverse condizioni meteo marine, la scampagnata è stata rinviata al 25 aprile prossimo.

Vi aspettiamo quindi a Pianosa, sarà una bella occasione per mostrare tutta la bellezza primaverile della piccola isola del Parco Nazionale Arcipelago Toscano. Per l’occasione lo Chef Alvaro Claudi, autore di diverse pubblicazioni, racconterà, per la prima volta pubblicamente, il significato dei dolci devozionali della Pasqua, la sportella e il ceremito (*) , per una rievocazione dal valore non solo gastronomico, ma anche antropologico .

Info attività con guida e pranzo: Info Park Are@ 0565.908231

Prenotazione posto in barca Aquavision 0565.976022 – 328.7095470

IL PROGRAMMA

Partenza per Pianosa da Marina di Campo ore 9.30 e rientro da Isola di Pianosa alle ore 17.15

Navigazione di 50 minuti con possibilità di avvistamento di cetacei e uccelli marini. Allo sbarco sono previste diverse opportunità di intrattenimento di circa 1 ora. Visita alla mostra fotografica PIANOSA COM’ERA – Visita con guida del Paese. Visita archeologica ai Bagni di Agrippa – Visita al complesso delle catacombe. Vi saranno a disposizione guide per ogni attività. Costi di Viaggio. Biglietto non residenti A/R € 20,90 bambini dai 4 ai 12 anni 10 euro.

Biglietto per residenti A/R € 8.00 – bambini dai 4 ai 12 anni € 4,00

Costi del Pranzo

Allo sbarco si potrà ritirare il ticket di € 25,00 per chi vuole il pranzo al ristorante con il menu di Pasquetta oppure il ticket di € 15,00 per chi vuole il cestino picnic all’aria aperta.

Per tutti vi sarà un aperitivo nel piazzale della chiesa alle ore 12.00. Coloro che vorranno effettuare il tradizionale picnic fuori porta, l’appuntamento è alle ore 12.15 sulla soglia del muro. Ogni gruppo di 25 persone farà l’escursione con guida per una passeggiata 1/2 ora, seguirà intervallo per picnic lungo un nuovo sentiero che porta al Belvedere. Alle 15.30 si rientra lungo un nuovo percorso che costeggia il mare.

Per tutti l’imbarco è alle 17.00, partenza ore 17:15.

 

(*) “La “sportella” e il “cerimito” raffigurano i simboli sessuali. – dice Claudi- Anticamente venivano realizzati con un impasto simile a quello della schiaccia pasquale, Questi pani venivano usati come dichiarazione d’amore fra i giovani che si “guardavano”. Il giovanotto, la mattina della Domenica delle Palme faceva pervenire alla ragazza desiderata un paniere adorno di fiori con il cerimito, se la ragazza gradiva il regalo e quindi la dichiarazione d’amore, il giorno di Pasqua contraccambiava facendogli recapitare una sportella infiocchettata e benedetta. Al contrario… una scarica di legnate!

Questa usanza ormai è scomparsa da tempo, così come è quasi scomparso l’usanza di preparare il cerimito o “cerimitolo (da Cerere dea della fertilità”). La “sportella “ è una sorta di pane con gli anaci, oggi più raffinato di un tempo. La forma che richiama il simbolo sessuale femminile, spesse volte arricchito con un uovo sodo col guscio posto nel mezzo, vuole essere di auspicio per una futura fertile stagione.

Gli anaci il cui aroma intenso profuma la cucina già durante la preparazione e la cottura preannunciando con qualche giorno di anticipo la festa pasquale. I semi di anice compaiono spesso sui pani dolci delle feste per distinguerli dal pane quotidiano.

Sono dolci tradizionali tipici del versante minerario orientale che comprende i Comuni di Rio nell’Elba e di Rio Marina.