Quantcast
LA REDAZIONE
Scrivici
PUBBLICITÀ
Richiedi contatto

Riaperto il Libraio in Calata: all’inaugurazione anche Ferrari

Con una piccola cerimonia di inaugurazione, a cui ha partecipato anche il sindaco, è tornato dopo un periodo di chiusura. Silvana Schedoni: "Mio padre è stato il primo libraio della città. Questo settore ora attraversa una forte crisi ma abbiamo deciso di rilanciare. Sarà un piccolo polo culturale elegante"

Riaperto il Libraio in Calata: all'inaugurazione anche Ferrari

Un’altra pagina aperta per il Libraio. La storica libreria di Portoferraio ha riaperto i battenti oggi in Calata, con una piccola inaugurazione a cui ha partecipato. E’ Fabrizio Prianti a scriverne: “L’idea di ricordare mio padre Dino, primo indiscusso ‘libraio’ di Portoferraio scomparso da poco – Ha detto Silvana Schedoni – è stata la molla che ha spinto me e mio marito Alessandro verso questa nuova avventura nell’attività che ci è più congeniale, quella dei libri, sappiamo benissimo di andare incontro a qualche sacrificio, perché la vendita e promozione libraria è un settore che sta attraversando una forte crisi a cui abbiamo deciso di rispondere provando a ribaltare le tendenze di questo momento storico”.

All’inaugurazione erano presenti – come detto – il sindaco Mario Ferrari e altre autorità, e molti amici e clienti della tradizionale “Bancarella”. La nuova libreria già si presenta come  un piccolo polo culturale elegante, con proposte di qualità e ampio spazio editoriale per i più piccini. Riferisce ancora Prianti: “Siamo convinti ha detto ancora Silvana Schedoni – che sarà un moderno “pulpito” che potrà illuminare la formazione intellettuale, umana e spirituale della gente; un punto d’informazione e aggregazione per ogni persona che desidera approfondire la propria cultura attraverso i libri, per questo abbiamo in serbo delle sorprese che attueremo con l’inizio della stagione turistica”.