LA REDAZIONE
Scrivici
PUBBLICITÀ
Richiedi contatto

Alle 2 è tornata l’ora legale

Lancette dell'orologio avanti di 60 minuti. L'ora solare tornerà il 25 ottobre

Alle 3 è tornata l'ora legale

Questa notte torna l’ora legale: alle 2 del mattino si spostano in avanti di un’ora le lancette dell’orologio. Questo comporterà un’ora di sonno in meno nella notte del passaggio, un’ora di luce in più, la sera, nelle giornate a seguire perché si posticipano di un’ora alba e tramonto. L’ora legale rappresenta una convenzione stabilita oltre un secolo fa per risparmiare prima di tutto energia: luce solare più a lungo fra pomeriggio e sera permette di utilizzare meno quella elettrica. Il tutto sancito per legge. Bisogna ringraziare Benjamin Franklin. L’inventore del parafulmine pensò al cambio dell’ora per risparmiare energia nel 1784, ma soltanto nel novecento ci fu un’applicazione pratica. La ripropose William Willet nel 1907 e per la prima volta nel 1916 si il British Summer Time. In inglese ora è Daylight Saving Time. Tutti i paesi dell’Unione Europea adottano l’ora legale che scatta l’ultima domenica del mese di marzo alla stessa ora: all’una, alle due o alle tre della notte in base al fuso orario. Il motivo principale del cambio d’ora in orario notturno è che questo è l’orario con minore circolazione di bus, treni e mezzi di trasporto in generale. Il disagio è minore, e minore il numero dei cambi da fare. Affaticamento, sonno, confusione. Questo si può avvertire nei giorni successivi al cambio dell’ora come quando si fa un viaggio attraversando più fusi orari. È la sveglia anticipata a portare questi effetti ne soffrono meno quanti sono abituati a svegliarsi più tardi. La maggiore quantità di luce dovrebbe portare via la depressione e aumentare la vitalità. L’ora solare tornerà domenica 25 ottobre 2015.