LA REDAZIONE
Scrivici
PUBBLICITÀ
Richiedi contatto

Camera di conciliazione, i dati: risolte il 55% delle controversie

A un anno dall'avvio del servizio, e dopo la legge che l'ha resa obbligatoria, la soluzione stragiudiziale delle vertenze viene utilizzata soprattutto per locazioni, recupero crediti e proprietà immobiliari

Camera di conciliazione, i dati: risolte il 55% delle controversie

Soluzioni stragiudiziali delle controversie. Tante istanze e tante soluzioni. A poco più di un anno dall’apertura, anche all’Elba, della Camera di Conciliazione, la Adr Service Srl Res Aequae ADR, trasmette i dati su questo nuovo servizio: “Come oramai conosciuto, la Mediazione è quel procedimento attraverso cui, le parti, con l’intervento di un Mediatore, tentano di conciliare una controversia; la legge ha reso obbligatoria la Mediazione per molte materie (ed altre si sommeranno nell’immediato, quali l’infortunistica stradale o il licenziamento dal lavoro) del civile e commerciale, introducendo notevoli vantaggi in termini di durata, costi ed agevolazioni fiscali. Tornando alle statistiche prodotte dalla Camera di Conciliazione di Portoferraio (ADR RES AEQUAE), questi i numeri consolidati al 31 dicembre del 2014:

N° istanze presentate: 138 (100%)

N° istanze concluse con accordo: 76 (54,9%)

N° istanze non attivate per mancata comparizione : 51 (37,1%)

N° istanze concluse senza accordo: 11 (8%)

Rivolgendo lo sguardo alle tematiche trattate maggiormente, risalta particolarmente vistosa la “performance” della Camera di Conciliazione di Portoferraio sulle controversie circa i contratti di locazione, in particolare i comodati e gli affitti di immobili a fini commerciali; dati importanti sono altresì evidenti nel recupero del credito e nelle problematiche sui confini di proprietà. Concludono questa breve analisi le liti circa le divisioni ereditarie e i risarcimenti per danni medici.

Questi dati inducono a pensare che, se è pacifico che lo sviluppo delle relazioni commerciali, così come anche lo svolgimento di qualsiasi rapporto umano, comporta l’insorgere di conflitti, è contestualmente verificato che determinate controversie necessitano di una soluzione rapida, economica ed adeguata alla tipicità del conflitto; infatti il modo tradizionale di affrontare determinate liti (in sede giudicante – Tribunale -) finisce spesso per portare il contenzioso fuori dal controllo delle parti, deludendo le aspettative di entrambi gli attori coinvolti, anche e non solo per i tempi e i costi esorbitanti.
In definitiva, i dati sopra esposti fanno comprendere come, in pochi mesi, questo innovativo istituto, anche all’Elba, abbia trovato terreno fertile e in continuo progresso ed evoluzione; ciò risulta particolarmente favorito dai metodi alternativi di risoluzione delle controversie, poco costosi e facilmente accessibili alla maggior parte delle imprese e cittadini, partendo proprio dalla gratuità del primo incontro, punto di partenza per un’eventuale felice ed equa soluzione per le parti interessate.