LA REDAZIONE
Scrivici
PUBBLICITÀ
Richiedi contatto

Anche il Parco dell’Arcipelago toscano all’Expo di Milano

E il presidente del Pnat (e di Federparchi) Giampiero Sammuri sarà tra gli esperti dell'esposizione, dedicata al tema: “Nutrire il pianeta, energia per vita"

Anche il Parco dell’Arcipelago toscano all’Expo di Milano

Giampiero Sammuri, presidente del Parco Arcipelago Toscano e di Federparchi – Europarc Italia, ha partecipato come uno dei 500 esperti provenienti da 140 paesi, all’appuntamento “Expo delle Idee”, nato per fissare i punti salienti del programma Expo.

L’obiettivo dell’incontro, che aveva una quarantina di tavoli tematici, era lavorare al contenuto della Carta di Milano: un documento che sancirà l’ impegno contro gli sprechi e la fame e che sarà consegnato al segretario generale dell’Onu Ban Ki-Moon il 16 ottobre prossimo.
Sammuri ha partecipato alla sessione tematica: “La biodiversità salverà il mondo”
“Da questo approfondimento- si legge nella sintesi dei lavori- è derivata l’individuazione di quattro variabili fondamentali che ben descrivono la Biodiversità e ne catturano la natura multidimensionale verso la quale si richiama maggiore attenzione a livello legislativo e applicativo:
1. la biodiversità è un valore in sé che si concretizza nella conservazione e valorizzazione dell’ambiente naturale;
2. è strumento per garantire i diritti fondamentali dei popoli e promuovere la dignità degli uomini;
3. produce servici ecosistemici essenziali ed è volano di modernizzazione e investimenti così come veicolo di innovazione economica e sociale;
4. è un paradigma di equità e modello di interazione tra suolo, attività economiche, sensibilità ecologica e governance dei territori.
Per questi motivi deve essere comunicata in modo capillare ed efficiente e conosciuta da tutti gli stakeholders; deve inoltre costituire un approccio alla governance del territorio, di cui deve essere riconosciuta come forte tratto identitario che trova la sua massima espressione nella sintesi tra capitale naturale e culturale”

“La biodiversità – ha detto Sammuri – si lega strettamente al tema dell’Esposizione mondiale, dove il cibo e l’alimentazione rivestono un ruolo di primo piano. L’incontro di Milano ha avuto l’obiettivo di andare oltre l’expo per una riflessione su scala globale. Nell’occasione abbiamo portato il contributo di Federparchi alla stesura della Carta di Milano, sottolineando la necessità di integrare gli ecosistemi nelle politiche settoriali, contribuendo a mantenere alta nell’agenda europea dei prossimi anni la priorità delle tematiche legate alla biodiversità”

Anche il Parco dell’Arcipelago Toscano potrà essere presente all’Esposizione Mondiale, infatti il Ministero dell’Ambiente sta definendo con Federparchi l’organizzazione della partecipazione dei Parchi nazionali Italiani. Un’occasione importantissima di promozione orientata verso lo sviluppo sostenibile e in coerenza con il progetto in corso della Carta Europea dello sviluppo sostenibile. (CETS)