Quantcast
LA REDAZIONE
Scrivici
PUBBLICITÀ
Richiedi contatto

Segnini mi ha voluto in lista io pretendevo pari dignità

di Alessandro Dini (consigliere comunale anziano - Forza Italia Comune di Campo nell'Elba)

Segnini mi ha voluto in lista io pretendevo pari dignità


Dopo la stizzita replica del Sindaco Segnini su quanto ho affermato, circa il Suo operato in questi 5 anni, sono costretto a far presente che mentre pubblicamente stigmatizza la mia posizione, in privato, nella Sua continua, quanto improduttiva richiesta ai Consiglieri uscenti di ricandidarsi con Lui alla prossima tornata elettorale, ha più volte ammesso, incalzato da alcuni di questi, la Sua colpa di non avermi concesso assolutamente lo spazio necessario affinchè potessi operare per quanto concerneva l’incarico che mi aveva affidato. Questo a completo discapito dei benefici per il Nostro Territorio, per l’ostilità nei miei confronti di un altro componente della Giunta Comunale, evidentemente più in sintonia con il Sindaco. Ed è bene sottolineare che era stato il Signor Vanno Segnini, in fase di costituzione della compagine elettorale, a volermi in squadra e non viceversa. Pertanto, come logica aspettativa, avrei preteso parità di trattamento con i colleghi di Giunta. Il resto è cronaca.

Ho prova di quanto affermo, per cui invito il Sindaco a non ricorrere ad affannose smentite. Quindi, per non rischiare fraintendimenti, Lo prego di mettersi d’accordo con se Stesso quando parla del mio, a Suo dire, insufficiente, operato amministrativo. Inoltre, visto che sentendosi franare il terreno su cui poggiavano tutte le Sue sicurezze, cerca di smentire l’evidenza, scendo nel particolare da Lui richiamato e Gli ricordo che nella Determina n° 31 del 5 Marzo 2013 predisposta dall’Ufficio Lavori Pubblici Ambiente del Comune di Campo nell’Elba, a cura del Dirigente Arch. Sandra Maltinti, si può notare che per la “Riqualificazione e Arredo Urbano di Piazza Dante Alighieri” si procede all’ acquisto di :

n°1 barriera a forma di scritta “Comune di Campo nell’Elba”
n°3 Panca Binga in legno naturale.
Tutto al costi di euro 22.130,90 iva compresa.

A beneficio dell’opinione dei Campesi, sottolineo che le panchine che arredano Via Roma ed altre zone del territorio Campese, sono state acquistate , su mia segnalazione, dallo stesso Ufficio Tecnico, al costo di 205 euro cadauna. Per cui, delle due l’una: o gli Uffici Comunali, adesso, operano senza direzione politica, oppure si stanno amministrando male i soldi dei Campesi. E in entrambi i casi, in ottica di un secondo mandato, la cosa risulta allarmante.