Quantcast
LA REDAZIONE
Scrivici
PUBBLICITÀ
Richiedi contatto

Autorità portuale, Guerrieri confermato commissario

Altri sei mesi alla guida dell'ente per l'ex presidente. Per le nuove nomine il sindaco di Piombino Anselmi resta in "pole position"

Autorità portuale, Guerrieri confermato commissario

Gianni Anselmi sindaco di Piombino,  fino a maggio, quando concluderà il suo secondo mandato, è suo inevitabilmente il personaggio su cui ruota la futura nomina del presidente dell’Autorità Portuale di Piombino e dell’Elba. Intanto, Luciano Guerrieri è stato confermato alla guida dell’Autority in qualità di commissario straordinario, carica che ricopriva già da sei mesi dopo quella di presidente. La durata del nuovo mandato, anche stavolta, è di sei mesi o comunque fino alla nomina del nuovo presidente. Sul tavolo la questione urgente della demolizione del Concordia, da ospitare possibilmente nel porto in mare o a secco. Quindi, l’ampliamento del porto, che ha incassato nei giorni scorsi tutti i pareri favorevoli, dal Consiglio dei lavori pubblici a quello della Conferenza dei servizi. Manca la firma con l’associazione temporanea di imprese Sales-Cmc che aveva vinto l’appalto e che l’attuale commissario aveva fissato per fine gennaio. Franco Gabrielli capo della protezione civile, ha già annunciato il trasferimento della nave a giugno, certo è che se lo stallo continua, Piombino ha sempre meno possibilità ad essere scelta come porto di destinazione per la questione Concordia