Quantcast
Sfrattato cerca di occupare il negozio: viene arrestato - Tirreno Elba News
LA REDAZIONE
Scrivici
PUBBLICITÀ
Richiedi contatto

Sfrattato cerca di occupare il negozio: viene arrestato

Finisce così il conflitto fra un proprietario e l'affittuario di un fondo in via D'Alarcon. Il primo ha notificato gli atti che legittimavano il rientro nel possesso del locale, l'altro si è opposto resistendo. Intervenuti i Carabinieri

Sfrattato cerca di occupare il negozio: viene arrestato

Tutto è finito con un arresto. Tutto è iniziato con una controversia legale fra il proprietario e l’affittuario di un fondo in via D’Alarcon, che per qualche mese aveva gestito una attività commerciale nel ramo dell’abbigliamento. Il proprietario, in particolare, aveva dato corso a una procedura di sfratto per morosità, cercando di rientrare nella disponibilità dei locali. Da oltre un anno il locale era chiuso, ma all’interno vi erano ancora tutte le attrezzature e la merce di proprietà dell’affittuario, di origini milanesi ma residente da tempo a Porto Azzurro. Nella giornata di domenica il proprietario si era recato presso il fondo, con l’intenzione di liberarlo dal materiale presente al suo interno, ma era stato ben presto stato raggiunto dall’altro che, in compagnia di altri componenti della sua famiglia era entrato all’interno del locale minacciando di restarci ad oltranza, pare rivendicando – oltre alla merce di sua proprietà – anche il pagamento di una cifra legata all’avviamento commerciale del negozio. Ne era nata una situazione imbarazzante e delicata, con il proprietario che aveva chiesto l’intervento delle forze dell’ordine: la vicenda sembrava comunque essersi avviata alla sua conclusione, dopo che l’avvocato del proprietario, contattato telefonicamente,  aveva confermato di essere in possesso dell’atto esecutivo di sfratto emesso dal Tribunale di Livorno.

L’affittuario e il suo entourage avevano quindi lasciato il locale, recedendo momentaneamente dalla loro protesta, con le forze dell’ordine che avevano soltanto potuto assistere agli eventi non essendo ancora materialmente dimostrata l’esecutività dello sfratto. Nel pomeriggio di mercoledì sembra che l’affittuario si sia nuovamente introdotto nel fondo, aprendolo forzando un lucchetto, ma stavolta l’uomo sarebbe stato visto dalle telecamere di videosorveglianza del Comune di Porto Azzurro. All’arrivo del proprietario e delle Forze dell’Ordine l’epilogo: stavolta Polizia Municipale e Carabinieri sono potuti intervenire direttamente grazie alla emissione del provvedimento del giudice, intimando all’uomo e a due persone che erano con lui di allontanarsi. Al diniego dello stesso, che mostrava l’intenzione di fare resistenza, è scattato il provvedimento dell’arresto da parte dei Carabinieri della Compagnia di Portoferraio, e la denuncia per le altre due persone. L’uomo è stato trasferito nella cella di sicurezza della caserma di Portoferraio, ma gli saranno concessi i domiciliari