Quantcast
Polo scolastico, sindaci uniti pressano la Provincia - Tirreno Elba News
LA REDAZIONE
Scrivici
PUBBLICITÀ
Richiedi contatto

Polo scolastico, sindaci uniti pressano la Provincia

La conferenza dei Comuni elbani, riuniti con le istituzioni scolastiche, chiedono a Livorno di scegliere l'area e predisporre il progetto, tenendo presente gli ex Macelli come possibile alternativa alla caserma Tesei

Polo scolastico, sindaci uniti pressano la Provincia

La Conferenza dei Sindaci dell’Isola d’Elba si è riunita con le istituzioni scolastiche, ieri, e ha approvato un documento sulla situazione di emergenza patita nella sede scolastica del Foresi. È stata valutata e affrontata – si legge – la problematica del grave disagio derivante dall’attuale situazione degli edifici presso cui ha sede l’Isis Foresi, così come le ipotesi di lavoro possibili, l’urgenza di intervenire in proposito e si è preso atto della nota del Prefetto di Livorno, con la quale viene fornito l’assenso da parte del ministero dell’Interno alla permuta, che consente alla Provincia di Livorno di acquisire in proprietà l’immobile della Caserma Teseo Tesei storicamente individuato quale sede dell’Isis Foresi. È stato inoltre ribadito che, in ogni caso, il Comune di Portoferraio è in grado di offrire alla Provincia, quale residuale ipotesi alternativa, anche l’immobile ex Macelli di via Manganaro, quale sede dell’Isis.
La conferenza dei sindaci ha deliberato di chiedere alla Provincia di Livorno di stabilire in via definitiva, con la massima urgenza, quale sia l’area su cui intende realizzare l’opera; di prevedere nel bilancio di previsione 2014 l’allocazione delle somme necessarie, dando certezza alle risorse con adeguata copertura finanziaria.

I sindaci hanno chiesto anche alla Provincia di predisporre il progetto preliminare dell’opera pubblica con la massima sollecitudine, al fine di portarlo alla discussione dei Comuni Elbani e delle Istituzioni scolastiche fin dal mese di febbraio 2014. La Conferenza dei sindaci dell’Isola d’Elba s’impegna a sostenere con ogni modalità, presso il ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca e presso la Regione Toscana il progetto del nuovo Isis Foresi.