Quantcast
Cento detenuti al lavoro nella Pianosa che cade a pezzi - Tirreno Elba News
LA REDAZIONE
Scrivici
PUBBLICITÀ
Richiedi contatto

Cento detenuti al lavoro nella Pianosa che cade a pezzi

Accordo raggiunto fra Regione e ministero. Rossi: “Ne destineremo alcuni all’accoglienza turistica. Pensiamo di abbattere il muraglione del carcere e di valorizzare l'isola lungo tutto l'anno”. Cancellieri: "Può diventare un gioiello"

Cento detenuti al lavoro nella Pianosa che cade a pezzi

Migliorare la situazione delle carceri toscane e insieme quella dei detenuti è possibile. Ne sono convinti il Ministro della Giustizia, Annamaria Cancellieri, il presidente della Regione Toscana, Enrico Rossi, quello del Tribunale di sorveglianza di Firenze, Antonietta Fiorillo e quello dell’Anci Toscana, Alessandro Cosimi, che hanno sottoscritto questa mattina a Firenze presso la presidenza della Regione un protocollo tematico volto a migliorare le condizioni dei detenuti e del sistema carcerario toscano, valido tre anni e unico in Italia.

L’accordo prevede, fra l’altro, di valorizzare anche ai fini agrituristici e ricettivi, l’isola di Pianosa (che dal 1856 ha ospitato detenuti e dal 1968 fino al 1998 è stata sede di un carcere di massima sicurezza) attraverso il lavoro agricolo e di restauro immobili da parte di 80-100 detenuti. Enrico Rossi ha sottolineato come con il protocollo sottoscritto oggi si riduca di un terzo la popolazione carceraria in sovrannumero in Toscana, dove ci sono oggi 900 detenuti in più rispetto alla capienza massima degli istituti.
“Quanto a ciò che prevediamo a Pianosa – ha aggiunto il presidente Rossi – se l’isola viene lasciata a se stessa, degrada. In accordo con il sindaco di Campo nell’Elba cercheremo di recuperare, grazie al lavoro di un’ottantina di detenuti, gli edifici in degrado, destinandone alcuni all’accoglienza turistica, e daremo il via ad un programma di coltivazione agricola. Pensiamo di abbattere il muraglione del carcere di massima sicurezza e di valorizzare l’isola lungo tutto l’anno. Insomma abbiamo in mente qualcosa di molto diverso dal 41bis”.

Anche la ministra ha sottolineato la questione che riguarda l’isola. “Pianosa – ha precisato Annamaria Cancellieri – è una sfida e un sogno bellissimo. Grazie al lavoro dei detenuti può diventare un piccolo gioiello”.