Quantcast
LA REDAZIONE
Scrivici
PUBBLICITÀ
Richiedi contatto

Alluvione, nuovo bando per chi ha subito danni all’Elba

Il sindaco Segnini a Firenze da Rossi per fare il punto dopo le proteste: "Siamo soddisfatti dell'incontro, un risultato che attendevamo da tempo"

Alluvione, nuovo bando per chi ha subito danni all'Elba

A Firenze si sono incontrati il sindaco del Comune di Campo nell’Elba Vanno Segnini e il presidente della Regione Toscana Enrico Rossi, per fare il punto sul “dopo alluvione” all’Isola d’Elba, dopo le proteste del comitato elbano che riunisce aziende e famiglie danneggiate il 7 novembre.

Esaminato l’iter dei rimborsi già erogati ai privati e alle imprese, il primo cittadino di Campo nell’Elba ha dato atto delle somme riconosciute fino ad oggi agli alluvionati per i danni subiti sui beni mobili registrati (auto, motocicli etc.) e su quanto spettante alle aziende danneggiate dalla calamità naturale del 7 novembre 2011. In totale si tratta di poco meno di 4 mln di euro per le imprese e circa 300.000 euro per i beni mobili registrati. Adesso però la popolazione campese attende interventi anche per le famiglie, così come avvenuto, grazie all’intervento della Regione Toscana, nella vicina Lunigiana. Il presidente Rossi ha preso atto dei risultati acquisiti e ha riconosciuto la necessità di venire incontro ai bisogni della comunità duramente provata dall’alluvione di due anni fa. I fondi, essenzialmente per i danni agli immobili, saranno reperiti attraverso la Protezione Civile regionale e sarà predisposto un apposito bando per la presentazione di nuove domande di accesso al contributo per le famiglie.
Durante la riunione è stato fatto il punto anche sui lavori realizzati sul territorio comunale di Campo nell’Elba per la ricostruzione e la Regione ha preso impegno di convocare un incontro a breve fra gli Enti coinvolti (Genio Civile, Provincia, Comune) per la conclusione degli interventi di messa in sicurezza del territorio comunale.
Siano soddisfatti di questo incontro – ha sottolineato il Sindaco Segnini – Abbiamo ottenuto un importante risultato, un risultato che noi stessi e la popolazione campese attendevano da tempo”. Il bando per i nuovi contributi partirà con l’inizio del nuovo anno.