Quantcast
Scuole, distretto ed ex macelli: proclami inutili della giunta - Tirreno Elba News
LA REDAZIONE
Scrivici
PUBBLICITÀ
Richiedi contatto

Scuole, distretto ed ex macelli: proclami inutili della giunta

di Roberto Marini (capogruppo "Gente Comune")

Scuole, distretto ed ex macelli: proclami inutili della giunta

Più di un anno fa in Consiglio comunale fu proposto caldamente alla maggioranza di abbandonare il progetto del Polo scolastico alla ex caserma delle Ghiaie, prendendo atto che lo stesso era irrealizzabile, e di trovare un’altra soluzione fattibile, idonea e meno costosa.

La maggioranza, logicamente, fu ferma nella propria convinzione, anche se chiaro era l’intento di prendere tempo. Ora, dopo le polemiche, si ipotizza la costruzione del nuovo polo scolastico nella zona dell’ex macelli, zona fino ad oggi destinata alla costruzione di un distretto socio-sanitario mai realizzato, sebbene necessario. In un intervista del 12 maggio 2010 il sindaco Peria parlando dell’area “già trasferita dal Comune alla ASL” manifestava alla stampa il suo progetto di far costruire, insieme al distretto socio-sanitario, dieci alloggi da destinare a foresteria per il personale sanitario. “La sanità elbana in questo momento ha bisogno soprattutto di un progetto chiaro; dobbiamo puntare su scelte precise, che ci consentano di fare un salto di qualità. Per me si tratta di darsi precise priorità” – queste le parole del Sindaco nell’intervista.
Ora si ostenta di costruire il polo scolastico nell’area degli ex macelli, evidentemente dopo essersela fatta restituire dall’ASL. Ecco che si vuole prendere altro tempo.
Siamo già a metà anno scolastico e presto, come sempre e inevitabilmente, arriverà il prossimo. Pur tuttavia, si continuano a fare “progetti” o meglio “ipotesi” che niente risolvono, se non nel lungo periodo (5-10 anni????), con l’unico intento di fare campagna elettorale. Per la concretezza oggi necessaria, sarebbe meglio che prima di mettersi in mostra si facessero almeno degli studi di fattibilità seri indicanti i tempi , i costi e le risorse a disposizione. Poi, dopo, i proclami.
Nel frattempo, si dichiari oggi come si risolvono i problemi contingenti delle scuole: tende, impianti elettrici, mancanza di aule , sicurezza, ecc. ecc..
Questo è quello che dovrebbe fare la maggioranza in accordo con la Provincia e il suo Assessore preposto. Ma si sa questa maggioranza non è famosa per il fare.
Sulle ceneri di due propri fallimenti , polo scolastico alle Ghiaie e distretto socio sanitari agli ex macelli, questa amministrazione tenta di mettere le basi della prossima campagna elettorale: é veramente ridicolo!