Quantcast
LA REDAZIONE
Scrivici
PUBBLICITÀ
Richiedi contatto

Una bandiera per Capoliveri: ecco i bozzetti

Le prove saranno visibili nei prossimi giorni anche sul sito del Comune e dal 2014 i cittadini potranno votare per la versione preferita

Una bandiera per Capoliveri: ecco i bozzetti

Una bandiera per Capoliveri. Simboli contemporanei e araldica civica nel vessillo che campeggerà sulla terrazza del municipio. Il Comune di Capoliveri indice un percorso partecipativo dedicato alla scelta di una bandiera che rappresenti la storia e il futuro della comunità. Ieri la giunta comunale ha approvato quattro bozzetti di una vera e propria nuova bandiera, fino ad oggi mai esistita e su cui i cittadini saranno chiamati a scegliere. In essa saranno contenuti i temi civici fondanti. Nel centro si ritrova l’antica effige araldica dell’ancora su cui si attorciglia un delfino mentre intorno troviamo l’Elba, l’Italia, l’Europa. Molti i rimandi contenutistici, richiamati da un’abile intreccio grafico. “In questa nostra bandiera – dice il primo cittadino – vogliamo sintetizzare la nostra storia e gli orizzonti emozionali che ci accomunano”.

“Partendo dall’iconografia che nel 1906 fissò sulla tela ricamata l’immagine iconica di un guizzante delfino attorcigliato ad un ancora, – spiega Ruggero Barbetti – abbiamo pensato ad una bandiera ad alto contenuto simbolico per richiamare i temi istituzionali in uno strumento moderno, dove si raccolgono gli emblemi che rafforzano la nostra identità. La bandiera sarà orlata da un elegante margine blu, prezioso rimando istituzionale all’Unione Europea ma anche e soprattutto citazione estetica del mare che bagna la costa di Capoliveri. In esso sono compresi i gloriosi colori della bandiera nazionale, il verde, il bianco e il rosso su cui campeggiano le preziose tre api di napoleonica memoria, simbolo di un passato elbano nobile e glorioso. Nel centro, cuore del drappo, su sfondo verde troneggia lo splendido gruppo del delfino guizzante, unito alla grande ancora marinara. I rapporti cromatici ne decreteranno la formulazione finale.

Su questi aspetti estetici sono chiamati a decidere i cittadini, invitati anche a suggerire eventuali miglioramenti grafici e cromatici delle proposte presentate. “Per la densità di significati e la complessità dei rimandi contenutistici, siamo convinti che il nuovo vessillo ci rappresenterà al meglio”, dice il sindaco. “Questa nostra bandiera ha in sé un concentrato di riferimenti importanti, che vogliamo programmaticamente richiamare e rendere evidenti. Resta la scelta su aspetti che ne decreteranno la migliore versione e per i quali chiediamo la collaborazione della cittadinanza e degli alunni delle scuole di Capoliveri. Dal percorso partecipativo uscirà la veste definitiva della nuova bandiera che campeggerà sul nuovo e sul vecchio municipio. Il gonfalone verde con ancora e delfino rimarrà il simbolo istituzionale del Comune mentre la bandiera sarà il simbolo di Capoliveri e di tutti i capoliveresi. Parliamo di simboli della memoria, per noi importanti, in quest’epoca di grandi cambiamenti, in cui come cittadini siamo chiamati a rifondare le nostre certezze, sostanziandole di linguaggi e pratiche nuove. Riteniamo quindi che sia catalizzante ritrovarci sotto una bandiera, quella di Capoliveri, che si inserisce nella tradizione della nostra storia istituzionale e ne amplia le prospettive”.

Nei prossimi giorni i bozzetti della nuova bandiera saranno visibili sul sito del Comune di Capoliveri e saranno esposti sia nella sede municipale che nelle scuole del paese. Dai primi giorni del prossimo anno i cittadini e gli alunni potranno votare per una delle versioni proposte. Al termine delle consultazioni verrà fatta una valutazione dei risultati e dal Consiglio Comunale verrà decretato lo stemma definitivo. Il 29 marzo prossimo, giorno in cui nell’anno 1906 Capoliveri fu costituito nuovamente in Comune Autonomo, la nuova bandiera sarà issata sul municipio di Capoliveri e sulla piazza Matteotti facendone partecipi tutti i cittadini.