Quantcast
LA REDAZIONE
Scrivici
PUBBLICITÀ
Richiedi contatto

Un’Elba capace di unirsi: cominciamo dalla scuola

di Paola Mancuso (ex sindaco di Rio Marina)

Un'Elba capace di unirsi: cominciamo dalla scuola

Di certo le ultime settimane hanno portato una ventata di consapevolezza e di impegno, un nuovo modo di fare Elba nel segno di quella voglia di crescere mostrandosi all’altezza di questa terra e di fare impresa in sinergia con una comunità che ha in questa nuova trasparente alleanza l’occasione di una condivisione di obiettivi storica e sufficiente a se stessa.

La politica – quella dei partiti – sembra non capire la nuova alleanza tra l’economia di un territorio e se stesso nel segno di un giudizio del passato non affidato alle parole ma ai fatti.

Qualcosa sta cambiando e lo dimostra il pluralismo e la serietà delle voci che escono allo scoperto e parlano di quello che forse da tempo avrebbe meritato di occupare le pagine di stampa e blog.

Mi riferisco in primo luogo al bisogno di una scuola migliore in cui l’attenzione ai nostri ragazzi abbia segni tangibili e veda amministratori più attenti e scuole più capaci di guardare fuori e confrontarsi in modo più aperto con il mondo esterno.

Lo hanno testimoniato egregiamente la Prof. Battaglini al convegno di Confesercenti e le mamme del Comitato dell’ISES Foresi alla manifestazione di presentazione della Fondazione Elba, consegnando o riconsegnando idealmente al territorio quello che del territorio è la risorsa più preziosa e la più grande responsabilità.

Si tratta, tra tante sfide della più seria…quella di dare ai nostri figli la possibilità di costruire l’Elba migliore possibile sapendo che anche noi abbiamo seriamente provato a farlo. Una possibilità di scrivere almeno una tregua tra la nostra storia e il nostro futuro.