Quantcast
LA REDAZIONE
Scrivici
PUBBLICITÀ
Richiedi contatto

“La Provincia ci prende in giro sull’edilizia scolastica”

L'Associazione genitori chiama i genitori a una riunione alle Pascoli: "Vogliamo dare informazioni sullo stato delle strutture e di formare un Comitato che richieda una sede idonea e adeguata all’Istituto ISIS-Foresi di Portoferraio"

"La Provincia ci prende in giro sull'edilizia scolastica"

“Una presa in giro propinata dalla Provincia”. È un giudizio molto duro, a proposito dell’edilizia scolastica, quello di un gruppo di genitori con l’Associazione genitori Arcipelagotoscano (emanazione dell’Associazione Genitori A.Ge. riconosciuta dal Ministero) che da anni si batte sulle tematiche della scuola e dell’edilizia scolastica: “Negli ultimi anni – dicono – la Provincia di Livorno non ha investito un euro nel miglioramento delle scuole elbane, anzi ha buttato via i soldi cercando di rattoppare un edificio che non potrà mai essere una vera scuola (Salita Napoleone), ci ha tolto degli spazi dando delle aule ad un’associazione (via Bini) limitando le manutenzioni a tutti gli edifici ben al di sotto del minimo gestionale, anzi non pretendendo neppure dalle ditte, che negli anni passati hanno eseguito la sostituzione delle coperture dei laboratori del professionale, il rispetto delle garanzie”.

Ed ecco la nota dell’A.ge, che intende promuovere una serie di incontri negli Istituti Comprensivi dell’Isola d’Elba sulle strutture delle scuole superiori di Portoferraio e invita i genitori degli alunni, della scuola dell’infanzia, delle elementari e della scuola Media alla riunione che si svolgerà domani alle ore 17 presso l’Aula Magna della Scuola Media Pascoli, allo scopo di dare informazioni sullo stato delle strutture e di formare un Comitato che richieda una sede idonea e adeguata all’Istituto ISIS-Foresi di Portoferraio:

La situazione richiede una soluzione non più rinviabile, perché negli ultimi anni la Provincia di Livorno non ha investito un euro nel miglioramento delle scuole elbane, anzi ha buttato via i soldi cercando di rattoppare un edificio che non potrà mai essere una vera scuola (Salita Napoleone), ci ha tolto degli spazi dando delle aule ad un’associazione (via Bini) limitando le manutenzioni a tutti gli edifici ben al di sotto del minimo gestionale, anzi non pretendendo neppure dalle ditte, che negli anni passati hanno eseguito la sostituzione delle coperture dei laboratori del professionale, il rispetto delle garanzie.

Il governo, finalmente, ha programmato lo stanziamento di fondi anche per l’edilizia scolastica ma, visto lo scarso impegno e la presa in giro che da anni l’Amministrazione Provinciale ci propina sul riuso della ex Caserma della scuola di Finanza, tanto da non rispettare alcuno degli impegni presi anche con l’Amministrazione Comunale di Portoferraio (Delibera di Giunta del Comune di Portoferraio n. 30 del 15/02/2011), è necessario che oltre al personale della scuola e agli alunni anche i genitori partecipino attivamente a promuovere tutte quelle azioni necessarie a sollecitare e controllare le amministrazioni preposte, affinché risolvano il problema in tempi brevi e soprattutto certi e non dirottino altrove i finanziamenti. La partecipazione dei genitori, specie di quelli delle future generazioni, è necessaria a pretendere gli investimenti e dare forza e sostegno a quanti, oggi, si adoperano negli Organi collegiali affinché possano far sentire le loro voci nelle sedi opportune e chiederne conto. Ricordatevi che insieme si vince sempre, vi aspettiamo”.