Quantcast
LA REDAZIONE
Scrivici
PUBBLICITÀ
Richiedi contatto

Ancora maltempo, nuova allerta fino a mezzanotte

Sono previsti rovesci e temporali anche di forte intensità a partire dalla notte. Massima allerta nei Comuni di Campo, Marciana e Marciana Marina

Ancora maltempo, nuova allerta fino a mezzanotte

Una nuovo allerta meteo è pervenuto dalla sede operativa della Protezione Civile delle Provincia e prevede situazioni di rischio per l’isola d’Elba in particolare fino alla mezzanotte di oggi (giovedì).

Potrebbero verificarsi rovesci o temporali, localmente di forte intensità, su tutta la regione: i fenomeni sono attesi inizialmente sulle zone nord-occidentali della regione e successivamente nella parte meridionale, mentre dopo la mezzanotte e per tutta la giornata di giovedì, tenderanno ad interessare anche le restanti zone della regione. Non è esclusa l’occorrenza di fenomeni temporaleschi persistenti per più ore su porzioni relativamente limitate di territorio. Nel corso dalla mattinata di domani è attesa una attenuazione dei fenomeni sulle zone nord-occidentali, che tenderanno a concentrarsi sui settori centro-meridionali; graduale miglioramento in serata con residue locali precipitazioni. Sulle zone eventualmente interessate da temporali persistenti non sono escluse punte massime anche superiori a 200 mm.
Il personale tecnico dell’Intercomunale di Protezione Civile Elba Occidentale, oltre ad avere già predisposto tutti i mezzi necessari a disposizione, svolge attività costante di monitoraggio dell’evoluzione dei fenomeni atmosferici con particolare attenzione alla viabilità generale e soprattutto a quella connessa ai servizi scolastici. L’invito a tutta la popolazione del versante Occidentale dell’Isola d’Elba residenti nei Comuni di Campo nell’Elba, Marciana e Marciana Marina, per tutto il periodo della presente allerta e al verificarsi di temporali di elevata intensità, a mantenere la calma e a prestare attenzione ai seguenti scenari di eventi previsti, adottando tutte le possibili misure di auto-protezione. Si prevedono i seguenti scenari di criticità. Possibili allagamenti diffusi nelle aree depresse dovuti a ristagno delle acque, a tracimazioni dei canali del reticolo idrografico minore e all’incapacità di drenaggio da parte della rete fognaria dei centri urbani. Possibile scorrimento superficiale delle acque meteoriche nelle sedi stradali urbane ed extraurbane. Possibilità di innalzamento dei livelli idrici nei corsi d’acqua con conseguenti possibili inondazioni localizzate nelle aree contigue all’alveo. Possibilità di innesco di frane e smottamenti localizzati dei versanti in zone ad elevata pericolosità idrogeologica.
IN CONSIDERAZIONE DELL’INCERTEZZA DELLE PREVISIONI METEO, CON PARTICOLARE RIFERIMENTO ALL’OCCORRENZA DEI FENOMENI TEMPORALESCHI PIU’ INTENSI E ALLA LORO DURATA, GLI EFFETTI SUL TERRITORIO POTRANNO ESSERE ANCHE MOLTO SIGNIFICATIVI.