Quantcast
LA REDAZIONE
Scrivici
PUBBLICITÀ
Richiedi contatto

“Dai bisogni dell’Elba alle iniziative. Un soggetto aperto”

Ai microfoni di TeleElba Murzi e Di Tursi, due promotori della Fondazione. "L'obiettivo è valorizzare il territorio, con progetti suggeriti dai soci"

"Dai bisogni dell'Elba alle iniziative. Un soggetto aperto"

Una struttura aperta alla collaborazione di tutti, come si può leggere nello statuto che è già pubblicato nel sito internet della Fondazione (fondazioneisoladelba.it). “Noi  – ha detto Paolo Di Tursi, socio fondatore della fondazione – abbiamo pensato alla fondazione di partecipazione come a un collettore di bisogni del territorio, da trasformare poi in iniziative in vari settori, ben spiegati nell’atto costitutivo, che riguardano la tutela dell’arte, dell’ambiente, dei beni culturali, del territorio, l’assistenza sociale e sanitaria. Una iniziativa che ha dei risvolti economici e attenta ai bisogni della gente. La natura e struttura della fondazione permette di crescere con il territorio, quindi una struttura aperta sia dal punto di vista dei soci che patrimoniale: serve proprio a crescere giorno per giorno assieme al territorio”.

“Inizia una storia che noi ci auguriamo bella e lunga – ha detto Fabio Mursi, manager di Acqua dell’Elba – Noi condividiamo alcune convinzioni sull’isola d’Elba, soprattutto l’importanza della sua storia, delle persone che ne fanno parte e del suo ambiente. L’obiettivo della fondazione è quello di valorizzare il territorio, con iniziative particolari che ci vengono suggerite – ci auguriamo – dai prossimi soci, e soci fondatori. Un organismo aperto al contributo della cittadinanza tutta, per aiutare a sviluppare l’ambiente, l’arte fino ad arrivare all’assistenza sociale”.