Quantcast
LA REDAZIONE
Scrivici
PUBBLICITÀ
Richiedi contatto

Turismo, servizi e comunicazione: l’Elba che guarda al futuro

Il convegno dell'Airone con l'ex ministro Matteoli, gli esponenti dell'economia e delle istituzioni e gli esperti del settore

Turismo, servizi e comunicazione: l'Elba che guarda al futuro

Il turismo di massa che mostra i suoi limiti, e che lascia spazio al turismo d’eccellenza, a quello esperenziale, al turismo culturale, a quello ambientale, addirittura sanitario. Un turismo che però non può fare a meno di una moderna comunicazione, oltre che di una mobilità competitiva e al passo con i tempi. Un’analisi attentissima, a 360 gradi, quella offerta dal convegno “Quale Elba per il futuro”, organizzato falla Fondazione della Libertà per il Bene Comune (dell’ex ministro Altero Matteoli) presso la sala convegni dell’hotel Airone a Portoferraio. Di fronte ad una sala gremitissima di autorità e addetti ai lavori, l’analisi proposta dal tema del convegno è stata abilmente pilotata dal direttore de La Nazione Gabriele Canè, che ha fatto da moderatore di una serie di interventi qualificatissimi che hanno toccato tutti gli argomenti in scaletta. Una analisi che ha dettato l’agenda a chi dovrà lavorare al futuro dell’Elba, a cominciare dalla neonata Fondazione Elba fino alla Regione e al Governo centrale.