Quantcast
Via al rallye dell'Elba, tutto sulla sfida (e le strade) - Tirreno Elba News
LA REDAZIONE
Scrivici
PUBBLICITÀ
Richiedi contatto

Via al rallye dell’Elba, tutto sulla sfida (e le strade)

Big, auto e programma di questa edizione numero 25. Base a Capoliveri. Gli orari delle prove speciali e impatto sulla viabilità nei giorni di gare

Via al rallye dell'Elba, tutto sulla sfida (e le strade)

“Tutto è pronto – annuncia Elio Niccolai – anche gli ultimi ritocchi sono stati fatti, Capoliveri sta rispondendo alla grande”. E dunque viene il momento del via anche per la venticinquesima edizione del Rallye Elba storico. I 101 equipaggi verificati, di cui 78 del Cir Auto Storiche, stanno terminando le operazioni amministrative delle verifiche, quindi si schiereranno per la cerimonia di partenza, prevista alle ore 19 nel cuore di Capoliveri.

I big annunciati sono tutti presenti e preparati per dar vita ad una competizione ad alto contenuto sportivo e tecnico. Si corre per il titolo. Il campionato infatti potrebbe chiudersi all’Elba. La matematica dice che in predicato sono in quattro a sfidarsi, ma è il pavese Matteo Musti ad aver le maggiori chance. Il portacolori della Scuderia Piloti Oltrepo guida la classifica con un buon margine di vantaggio: “Farò la mia gara d’altronde mi basterebbero i ventidue punti del quinto posto assoluto, ma qui la concorrenza è fortissima, ancor più che nelle altre. E’ la prima volta che corro l’Elba, la prova Monumento è veramente bella ma il percorso è una vera incognita, presentando più cambiamenti d’asfalto”. Buone possibilità le ha il rimontate Lucio da Zanche, secondo assoluto “Parto per vincerlo l’Elba, mi sono preparato bene e i fratelli Melli hanno curato al meglio la mia Porsche 911, sono carico e punto a far bene di conseguenza anche nella rincorsa al titolo”. Matematicamente anche il bresciano Nicholas Montini è in corsa per lo scudetto, ma è terzo assoluto e primo del trofeo Porsche Michelin Coppa Trofeo Storici, pressato dal biellese Davide Negri quarto con quattro affermazioni assolute consecutive e nel “piede” la competitività per aggiungere un altro alloro al suo carniere. Ma l’Elba è terra di conquista dei piloti che corrono per il campionato europeo, dove sono in bella evidenza i piloti italiani al volante delle Lancia Rally 037 Gruppo B, “Pedro” infatti è prossimo a bissare il titolo continentale della quarta categoria ed Enrico Brazzoli entrambi accreditati per firmare la vittoria assoluta in gara. Affermazione alla quale punta anche il senese Alberto Salvini, atteso in gara con la Audi Quattro Gruppo B. Candidato alla vittoria all’Elba è Luigi Marchionni, pilota valtellinese con la Porsche 911. Anche il lecchese Marco Raoul Domenicali potrebbe togliersi qualche soddisfazione con la Porsche 911 Sc Piacenza Corse; come pure gli “europeisti” che con le vetture di Gruppo 4 possono inserirsi nella lotta e portar via punti preziosi. Da tenere in debita considerazione è infatti Roberto Montini, papà di Nicholas, Riccardo Andreis il veronese in lotta anche per il Trofeo Michelin, Nicola Patuzzo altro veronese con la Porsche, come i Pasetto Oreste e Silvano, Marenzana e Pagella, mentre Girardo si presenta con la Fiat 131 Abarth.

Fa il suo “debutto” sugli asfalti dell’Isola d’Elba Federico Ormezzano, il biellese atteso dagli appassionati per i suoi mirabili traversi d’autore firmati con la Talbot Lotus Biella Motor Team, a bordo della quale si confronterà con l’altrettanto funambolico sammarinese Giuliano Calzolari che ci sta abituando a prestazioni di rilevanza assoluta con la Ford Escort MK2. Tra le Gruppo 2 “Duemila” da segnalare il rientro nel Cir di uno dei migliori interpreti della Opel Kadett GTE, il ternano Piero Carissimi e della campionessa piacentina Isabella Bignardi. Ma è lungo ancora l’elenco dei protagonisti in lotta per i punti Tricolori, con il torinese Maurizio Elia che dovrà vedersela con Rino Righi, Dino Vicario, Piergiorgio Barsanti e Luca Cattilino all’attacco della leadership. Graditissimo il rientro di Alessandro Ancona e quello della “Micky”, navigata da Chantal Galli sulla Opel Ascona Sr del team Bassano.

Al primo posto in gara, di conseguenza anche al pieno di euro punteggi, ci fanno più di un pensiero il bresciano “Pedro”, già vincitore della gara elbana e dell’europeo a bordo della stessa Lancia Rally 037 Rally Club Sandro Munari, la fantastica berlinetta torinese in configurazione Gruppo B quindi non compresa nelle classifiche del CIR Auto Storiche ma solo per quelle continentali come per tutte le auto della quarta categoria; occhi puntati sul cuneese Enrico brazzoli della Rododendri HR e sul norvegese Valter Jensen. Da Alberto Salvini ci si può attendere l’exploi assoluto, il senese ha “nelle corde” la gara isolana, ed in più ha dimostrato di saper già guidare forte la Audi Quattro A2 nei colori del sodalizio dedicato al “Drago Munari”.

Tra le più “piccole” da segnalare il debutto di Cristiano matteucci con la Talbot Samba. 119 sono i partenti alla gara toscana e tra loro nel 1. Raggruppamento si rinnova il duello tra Luigi Capsoni su Renault Alpine A110 e Luigi Zampaglione, su Porsche 911 S, con il primo lanciatissimo a riprendersi il titolo Tricolore, e con la possibilità di consolidare la preziosa quinta piazza assoluta del Cir auto Storiche.

Schieramento compatto nel Trofeo A 112 Abarth e sfida aperta tra la leader Lisa Meggiarin e l’inseguitore Giorgio Santagiuliana. Oltre le prestazioni, sono gli scarti dei punteggi ad aver ruolo importante nel duello tra i due trofeisti. Reduce da una sorprendente affermazione nell’ultima tappa dell’Alpi Orientali, non poteva mancare il campione in carica Tiziano Nerobutto pronto buttarsi nella mischia nuovamente e confrontarsi con altri tredici trofeisti, tra i quali Giorgio Sisani e Filippo Fiora. Tra i trofei il Rallye Elba Historic annovera anche il Challenge Rally Autostoriche 2013, il Nino Fornaca e la Coppa Rally Storici Porsche-Michelin

Il programma di gara prevede la cerimonia di partenza alle ore 19 in Piazza Matteotti a Capoliveri, mentre la gara inizia alle 20. Due prove speciali sono disputate immediatamente dopo, “Volterraio” e la spettacolarissima stracittadina a “Capoliveri”. Il riordinamento notturno alle ore 22,31 chiuderà la prima giornata di gara. Domani, venerdì 20 settembre andrà in scena la seconda giornata, dalle ore 8,01, con altre sei prove speciali ed arrivo di tappa alle 16,14, sempre a Capoliveri. Sabato 21 settembre sono previsti altri sei tratti cronometrati a partire dalle ore 8,30, arrivo e cerimonia finale con premiazione a Capoliveri alle ore 16,00. 484,860 sono i chilometri complessivi del tracciato di gara disegnato da ACI Livornosport, dei quali 138,210 delle 14 frazioni cronometrate.

Classifiche Cir Auto Storiche: 1. Musti punti 152; 2. Da Zanche 125; 3. 3 Montini 111; 4. Negri 106; 5. Capsoni 85; 6 Elia 84; 7. Cattilino 66; 8. Meggiarin 59; 9. Piacentini 58; 10. Andreis 53.

1. Raggruppamento: 1. Capsoni 85; 2. Giuliani 33; 3. Parisi 31; 4. Zampaglione 22; 5. Cortimiglia 13

2. Raggruppamento: 1. Da Zanche 106; 2. Montini Nicholas 98; 3. Elia Maurizio84; 4. Negri 82; 5. Andreis 51

3. Raggruppamento: 1. Musti 126; 2. Cattilino 66; 3. Meggiarin 59; 4. Piacentini 58; 5. Santagiuliana 46

Scuderie: 1. Team Bassano 112; 2. Scaligera Rallye Asd 38; 3. Scuderia dei Rododendri Historic Rally 37; 4. Piacenza Corse Autostoriche 33; 5. Rally Club Sandro Munari 22

Femminile: 1. Meggiarin 59; 2. Zumelli 12

Vincitori 2013. Sanremo Rally: Musti – Biglieri; Rally Campagnolo: Zivian – Arena; Rally Città di Brescia: Musti – Zonca; Piancavallo Storico Musti – Imerito; Rally Lana Storico: Negri – Coppa; Rally Circuito di Cremona: Negri – Coppa; Rally Due Valli: Negri – Zegna; Rally Alpi Orientali Historic.

Calendario 2013: 6 aprile Rally Sanremo Storico; 28 aprile Rally Campagnolo; 11 maggio Rally Coppa Città di Brescia; 1 giugno Rally Piancavallo Storico; 15 giugno Rally Lana Storico; 6 luglio Circuito di Cremona; 20 luglio Rally Due Valli; 31 agosto Rally del Friuli e delle Alpi Orientali; 21 settembre Rally Elba Storico; 12 ottobre Rally Targa Florio

Il Comitato organizzatore del XXV Rallye Elba Storico, al fine di evitare incomprensioni sulle comunicazioni diffuse circa la viabilità delle strade interessate dalla competizione, rende noto che in ogni e qualsiasi caso di urgenza saranno garantiti i transiti necessari e inoltre, evidenzia che per le Prove Speciali no. 4- 7 e 5 – 8 del 20 settembre e numero 11-14 del 21 settembre gli orari di chiusura strade sono previsti secondo come segue:

PROVA SPECIALE NO. 4- 7 “Monte Perone” (20 settembre):
La PS 4 avrà la strada chiusa dalle ore 09,00 sino alle 13,00 circa (passaggio previsto dell’ultimo concorrente) e dalle ore 14,00 sino alle 17,30 circa (passaggio previsto dell’ultimo concorrente. In entrambi i casi la viabilità ordinaria sarà garantita per Sant’Ilario.

PROVA SPECIALE NO. 5 “Due Colli” e PROVA SPECIALE NO. 8 “Monumento” (20 settembre):
Entrambe le prove NON chiuderanno completamente l’abitato di Lacona. Nello specifico, la PS 5 avrà la strada chiusa al traffico dalle ore 10 sino al transito dell’ultimo concorrente, quindi circa alle ore 12. La viabilità sarà garantita dal transito possibile sulla Strada Provinciale che conduce a Norsi.
Per la PS 8, la strada sarà chiusa dalle ore 15,00 sino alle 18,30 circa, anche in questo caso dopo il passaggio dell’ultimo concorrente.

PROVA SPECIALE NO. 11-14 “Poggio-La Pila” (21 settembre):
La chiusura della strada alla viabilità ordinaria sarà dalle ore 09,30 sino a circa le ore 13,00 e dalle ore 13,30 sino alle 17,30 circa, orari anche in questo caso in cui sono previsti i passaggi dell’ultimo concorrente.