Quantcast
LA REDAZIONE
Scrivici
PUBBLICITÀ
Richiedi contatto

Arriva l’Unione dei Comuni dell’Elba occidentale

Entro la fine dell'anno Campo, Marciana e Marciana Marina insieme nel nuovo ente comprensoriale. Nomineranno un presidente e due assessori in giunta. E potrebbe essere il primo passo di una possibile fusione. Bulgaresi: "E' una soluzione più avanzata delle gestioni associate"

Arriva l'Unione dei Comuni dell'Elba occidentale

“Gestioni associate? Erano l’obiettivo che ci eravamo dati per il 2012. Ora stiamo pensando all’Unione dei comuni dell’Elba occidentale”. Il sindaco di Marciana, Anna Bulgaresi, non ha dubbi sulla comunione di intenti che esiste tra i tre comuni dell’anello occidentale. Fallita l’unione comprensoriale elbana, Marciana, Marciana Marina e Campo nell’Elba intendono ritrovare l’unità del versante e formare una nuova unione a tre che, in futuro, potrebbe anche sfociare in una vera e propria fusione dando vita ad un comune unico. Intanto entro la fine dell’anno si parte con l’unione dei comuni per cui è già stata interpellata la Regione Toscana che provvederà a predisporre un progetto tecnico. Il nuovo ente avrò una giunta composta dal presidente e da due membri in rappresentanza delle tre realtà amministrative. Ci sarà un risparmio nella gestione del territorio in quanto saranno unificati gli uffici comunali, per fare alcuni esempi quello urbanistico e la ragioneria, che dal prossimo anno lavoreranno insieme. “Provvederemo a deliberare quanto prima per l’unione dei comuni – commenta Bulgaresi – anche perché comunque entro al fine dell’anno avremo dovuto provvedere a costituire gestioni allargate. Molte di più rispetto a quelle che abbiamo messo in piedi fino ad oggi. Abbiamo controlli serrati sulle gestioni già in atto. L’unione dei comuni ci sembra una buona opportunità per gestire al meglio il nostro versante, un passo avanti rispetto alle gestioni associate che i piccoli comuni come i nostri dovranno far partire entro pochi mesi”.