Quantcast
LA REDAZIONE
Scrivici
PUBBLICITÀ
Richiedi contatto

Sgarallino, 70 anni dopo: commemorazione solenne in mare

Celebrazione con il vescovo e il sindaco. Poi l'imbarco sul Bastia della “Moby Lines” per il trasferimento sul luogo dell’affondamento dove sarà calata una corona d'alloro benedetta

Sgarallino, 70 anni dopo: commemorazione solenne in mare

Sabato prossimo sarà ricordato con una cerimonia religiosa e civile il 70° anniversario dell’affondamento del piroscafo Andrea Sgarallino, il più tragico episodio che l’Elba tutta ha dovuto subire durante il secondo conflitto mondiale. Ecco il programma della cerimonia:

Alla presenza delle autorità civili e militari dell’Elba dei parenti dei caduti e delle componenti d’associazione d’Arma monsignor Carlo Ciattini – vescovo diocesano – presiede la concelebrazione

P R O G R A M M A 

Ore 15.00: Arrivi presso la chiesa di San Giuseppe in Portoferraio e visita della cappella memoriale vittime del mare.

Ore 15.30: Inizio cerimonia commemorativa – saluti ai convenuti e prolusione del sindaco Roberto Peria e di don Giorgio Mattera

Ore 16: S.E. mons: Carlo Ciattini – vescovo diocesano – presiede e dà inizio alla solenne concelebrazione col clero locale. I cori parrocchiali di San Giuseppe e di Marina di Campo partecipano alla liturgia.

Ore 17: Trasferimento dei convenuti al porto e imbarco su traghetto Bastia della “Moby Lines” per trasferimento sul luogo dell’affondamento

Ore 17.30: Giunti sul punto nave esatto, dopo il suono del “silenzio”, il vescovo darà la “benedizione” alla corona d’alloro con targa ricorso, che due “marinai” provvederanno a calare in mare. Nel silenzio, il coro intona un inno adatto alla circostanza, al termine del quale, la nave, salutando con sirena, lascia la zona per far rientro in porto.

Ore 21.30: Nel Salone “De Laugier” – Proiezione del documentario 
“Il destino dell’Andrea Sgarallino”