Quantcast
Intervista contro l'Elba, polemiche sul servizio in tv - Tirreno Elba News
LA REDAZIONE
Scrivici
PUBBLICITÀ
Richiedi contatto

Intervista contro l’Elba, polemiche sul servizio in tv

Discussioni e critiche per lo spazio concesso da TgCom24 a una vertenza fra un imprenditore di Fetovaia e il Comune di Campo. Un progetto rubricato come "scempio" all'isola senza alcun contraddittorio e con riferimenti a Elbopoli. E intanto scorrevano commenti idilliaci sulle spiagge adriatiche

Intervista contro l'Elba, polemiche sul servizio in tv

Ha suscitato non poche polemiche la singolare intervista-denuncia sull’Elba trasmessa dal TgCom24 andato in onda sulle reti Mediaset. Un approfondimento sull’estate partito dalla costa adriatica e dalle più rinomate località turistiche della quale è costellata: turisti entusiasti promettevano di ritornarvi, con una punta di malinconia per la fine delle vacanze. E mentre andava in onda il servizio  che decantava le bellezze adriatiche scorreva in sovrimpressi0ne nei monitor il titolo “Scempio Elba”. Rientrati in studio è subentrato quindi l’intervistato l’imprenditore Stefano Martinenghi, che denunciato il progetto, previsto dal Comune di Campo nell’Elba di costruire un parcheggio a Punta Fetovaia – conosciuta come una delle spiagge più belle d’Italia. L’imprenditore – che tra l’altro è titolare nella zona di un’attività commerciale – ha presentato un esposto e scritto anche al presidente della Repubblica per denunciare il fatto. La denuncia ad ampio raggio di Martineghi si è poi estesa anche all’abbandono di laterizi speciali nel piazzale destinato al parcheggio, in zona sottoposta a un doppio vincolo. “Cecità e scelleratezza intellettuale”, alcuni degli appellativi da lui usati per descrivere la questione. Ma l’intervento non si è fermato qui: con un salto logico e temporale, Martinenghi ha anche riportato l’attenzione su Elbopoli, e ad altri fatti ancora. Quello che ha colpito molti, a giudicare dalle reazioni, è sembrata una certa animosità. Di sicuro, il mondo in cui  il tutto è stato confezionato, è parso fornire un pessimo servizio all’immagine dell’Elba. Difficile entrare ora nel merito del contenzioso tra l’imprenditore e il Comune di Campo, ma a molti è risultato evidente – lo ha anche rilevato la lettera di Sergio Bicecci su queste colonne, come anche questa volta l’Elba abbia subito un trattamento caratterizzato da ingiustizia, o disparità; se non altro per la mancanza di un contraddittorio. Molti isolani, anche colleghi di Martinenghi, si sono “arrabbiati” e lo si evince dal tam tam nei social network. Resta da augurarsi chi ha a cuore la nostra isola, descritta nel servizio come una terra del malaffare, ottenga per lo meno un approfondimento più completo ed equanime, o se preferite meno superficiale e fazioso.