Quantcast
LA REDAZIONE
Scrivici
PUBBLICITÀ
Richiedi contatto

Stracciare tessere o disertare? Servono unità e partecipazione

di Danilo Alessi (sindaco di Rio nell'Elba)*

Stracciare tessere o disertare? Servono unità e partecipazione

Stamani, durante la manifestazione per la difesa del tribunale dell’Elba, due parole mi veniva spontaneo pronunciare: amarezza e indignazione. Amarezza per ritrovarmi ancora una volta a scendere in piazza non per rivendicare ciò che non ho ma per impedire che mi venga tolto ciò che ho sempre avuto. Indignazione per un Stato indifferente e ostile, che non vuol conoscere e neppure ascoltare le ragioni dei suoi cittadini, lontano dalle esigenze e dai bisogni dei territori. Amarezza per un’isola spesso divisa e incerta, incapace di mettere in campo tutte le risorse e le energie, non poche, di cui dispone e di farle valere nei confronti di chi ha responsabilità decisionali. Indignazione per le condizioni di progressiva impotenza in cui sono stati ridotti i Comuni, strangolati dalla insufficienza di rsorse e paralizzati da vincoli legislativi calati dall’alto senza alcuna ragionevole motivazione. Ciò nonostante altre due parole si sovrapponevano alle altre: insularità e unità. La prima, che occorre far capire oltremare, è la condizione in cui vivono gli abitanti delle isole, con le difficoltà proprie dei territori soggetti alla precarietà di alcuni diritti fondamentali, fra i quali il diritto alla mobilità, alla salute e all’istruzione. La seconda come condizione pregiudiziale per dare un senso alla lotta di ogni giorno e sperare in un futuro migliore. Per questo credo che l’Elba non debba cadere nell’abulìa e nella rassegnazione, così come potrebbe succedere se si danno risposte sbagliate a giuste rivendicaziioni. Non serve stracciare le tessere elettorali o disertare le manifestazioni: al contrario, quelle tessere occorre farle valere con maggiore convinzione e alle manifestazioni occorre dare più forza lavorando per l’unità e per una più ampia e consapevole partecipazione.

* Testo pubblicato sul profilo facebook del sindaco