Quantcast
Dipendenti in stato d'agitazione: assemblee di un'ora ogni giorno - Tirreno Elba News
LA REDAZIONE
Scrivici
PUBBLICITÀ
Richiedi contatto

Dipendenti in stato d’agitazione: assemblee di un’ora ogni giorno

I rappresentanti dei lavoratori si dicono stupiti dal "completo silenzio dell'Amministrazione" dopo la riapertura della vertenza

Dipendenti in stato d'agitazione: assemblee di un'ora ogni giorno

Da Cgil, Cisl e rappresentanze sindacali unitarie del Comune di Portoferraio riceviamo:

“Martedì si è svolta la prima assemblea del personale del Comune di Portoferraio dopo la riapertura dello stato di agitazione proclamato dalle organizzazioni sindacali e dalle Rsu. I rappresentanti sindacali hanno spiegato la necessità della posizione presa nei confronti dell’Amministrazione in un’assemblea molto partecipata, dalla quale, oltre alle questioni portate all’attenzione del signor Prefetto, oltre che al sindaco, rispetto la riapertura dello stato di agitazione, sono emerse anche altre criticità che riguardano i lavoratori, ma non solo.

Ad esempio, una giusta climatizzazione dei locali adibiti anche al pubblico che, durante l’ estate ha registrato per l’ennesima volta la sua criticità. Anche questo è un problema annoso che non riesce a trovare soluzione, pur essendo state stanziate le risorse nel bilancio. È emerso nuovamente il problema del servizio mensa nel mese di agosto, problema già evidenziato in Prefettura alla prima apertura dello stato di agitazione ma completamente disatteso. La cosa che più ci stupisce è il completo silenzio dell’Amministrazione dalla riapertura dello stato di agitazione, a tale scopo, oltre quanto già citato in precedenza, abbiamo calendarizzato una serie di assemblee di un’ora ciascuna che si articoleranno da lunedì 16 a venerdì 20 settembre compreso, tali assemblee si terranno dalle 10 alle 11 per l’ intera settimana. I dipendenti sono la risorsa più importante per ogni datore di lavoro, nello specifico, sono coloro che pur in mezzo a mille difficoltà, per senso di dovere, dedizione e responsabilità portano avanti i servizi ai cittadini, spesso alle fasce più deboli della società.