Quantcast
LA REDAZIONE
Scrivici
PUBBLICITÀ
Richiedi contatto

Ballini: “Noi in piazza per dire no alla chiusura del Tribunale”

Il coordinatore elbano di 'Adesso isola d'Elba': "Basta divisioni, ora istituzioni e cittadini siano portatori di una sola voce"

Ballini: "Noi in piazza per dire no alla chiusura del Tribunale"

La chiusura imminente della sezione distaccata del tribunale a Portoferraio è solo l’ennesimo episodio di progressivo smantellamento dei servizi periferici dello stato che questo nostro territorio sta subendo da qualche anno a questa parte.
Ancora una volta non si tiene conto dell’insularità e si carica sulle spalle dei cittadini elbani il costo di una pessima gestione della pubblica amministrazione che adesso rischia il collasso.
La nostra associazione venerdì 13 sarà al fianco di tutti i cittadini e di tutte le categorie che scenderanno in piazza per chiedere il mantenimento della sede portoferraiese del Tribunale e invita tutti gli elbani a fare altrettanto.
Questo non è il momento delle divisioni e dei personalismi. Arriveranno a breve le campagne elettorali e in quel momento chiunque sarà in campo, a vario titolo, potrà vedere soddisfatte le proprie legittime ambizione e voglia di protagonismo. Adesso invece è il momento che istituzioni e cittadini si facciano portatori ad una sola voce delle giuste istanze del territorio. Altrimenti rischiamo di sviare l’attenzione da quello che è il vero problema: il diritto degli elbani a non essere considerati cittadini di serie B o, peggio ancora, dei privilegiati perché vivono in un piccolo angolo di paradiso.Per questo sosteniamo convintamente le parole del sindaco Peria.
Sempre venerdì 13, ma alle ore 17 presso la sede del PD Elba, si terrà una nuova assemblea della nostra associazione. Si parlerà, appunto, di tribunale e di come organizzeremo la nostra azione e la nostra presenza sul territorio. Ancora una volta, e sarà sempre così, l’incontro è pubblico e aperto a chiunque ne sia interessato.