Quantcast
LA REDAZIONE
Scrivici
PUBBLICITÀ
Richiedi contatto

“Il tempo per riflettere”, dopo 4 mesi 130 poesie raccolte

Sempre più persone lasciano i loro pensieri ed emozioni sul sentiero dell'Enfola

"Il tempo per riflettere", dopo 4 mesi 130 poesie raccolte

Non c’è ombra di dubbio. Se mi avessero convinto a scommettere sulla quantità di poesie, che i passanti sul sentiero dell’Enfola, avrebbero lasciato a “Il tempo per riflettere”, avrei puntato basso, perdendo la scommessa. Eravamo fiduciosi sull’apprezzamento e la riuscita, se pur graduale dell’iniziativa, ma né io, né Carlo e Patrizio ci saremmo aspettati, che in poco più di quattro mesi da quando abbiamo iniziato, tra poesie, pensieri e riflessioni si sarebbero superati i 100 foglietti. Mi sento quindi di ringraziare con affetto i turisti (italiani, Tedeschi, Francesi, belgi, inglesi e uno Ungherese) e elbani, che stimolati dalla bellezza della nostra isola ci hanno regalato le loro emozioni su carta. Ed è questa appunto la filosofia de “il tempo per riflettere”. Se vuoi contribuire anche tu, lasciaci un tuo pensiero nella cassetta delle lettere nello spazio dedicato, su una curva del sentiero 108, che dalla spiaggia dell’Enfola va in cima al Promontorio, o mandaci un email a iltempoperriflettere@email.it Mi piacerebbe concludere, condividendo con voi lettori, qualche poesia che ci è stata donata. Grazie.

Roberto F. (custode del sentiero del promontorio dell’Enfola)

Soffio di vento
Il tempo non è di nessuno. Qua su questa isola puoi contemplare, osservare, ascoltare e farti cullare dal mare. Sentire che niente ti sfugge, tutto è perfetto, semplice e meraviglioso. Concedersi il tempo per guardare in ogni direzione, anche dentro di noi. Questa è la ricchezza più grande che voglio condividere. Lascio un piccolo seme qui in questo scoglio e lo dono alla natura tutta! 
Elisa

Verso il capo d’Enfola
Si svolge il sentiero tra bagliori di quarzi e riflessi dorati. Fruscio d’ali canto di gabbiani, antri di storia percorsi ombrosi. D’improvviso, s’apre lo sguardo e mi perdo nell’abbraccio del mare.
Felicita