LA REDAZIONE
Scrivici
PUBBLICITÀ
Richiedi contatto

Portoferraio, ok al bilancio: sale solo l’Imu seconde case

Il Consiglio approva il preventivo. Il sindaco: "Invariate le tariffe di mense e asili e resta alta la spesa sociale, che ora arriva al 30-40% del totale. L'imposta sugli immobili ritoccata per compensare il taglio dei trasferimenti"

Portoferraio, ok al bilancio: sale solo l'Imu seconde case

Approvato in consiglio comunale di Portoferraio il Bilancio di Previsione 2013, il documento contabile più importante per l’ente, l’ultimo della giunta Peria. “Dopo 10 anni riconsegnamo alla città di Portoferraio una situazione contabile stabile e in equilibrio – ha commentato il sindaco. Abbiamo lasciato invariate le tariffe dei cittadini (mense, asili ecc), ferme al 2002. Abbiamo mantenuto alta la spesa sociale, come i contributi alle famiglie. La spesa sociale rappresenta il 30-40% delle uscite complessive. Invariate anche le tasse, ma cambia l’Imu: per le seconde abitazioni e altri immobili passa dal 7,6 per mille al 9,1 per mille, operazione necessaria per pareggiare il taglio dei trasferimenti statali. La Tares – conclude Peria – diminuisce per le imprese, resta invariata per le famiglie”. Quanto alle opere pubbliche il primo cittadino ha in programma la partenza di diversi cantieri. A questo proposito 330 mila euro sarebbero già stati destinati a interventi importanti al cimitero comunale. E poi circa 500mila euro serviranno per sistemare piazza Marinai d’Italia e la Gattaia. Diversi interventi d’asfaltatura sarebbero già programmati.