LA REDAZIONE
Scrivici
PUBBLICITÀ
Richiedi contatto

Sulle multe elbane niente sconti: neanche quelli previsti

di Romano Bartoloni

Sulle multe elbane niente sconti: neanche quelli previsti

Dal 21 agosto le multe pagate entro 5 giorni sono scontate del 30%. Una circolare esplicativa del decreto governativo “Fare” è stata inviata a tutti i Comuni. Dietro l’alibi di comodo sulla legge che non ammette ignoranza, le polizie locali elbane fingono di niente sui cambiamenti per non compromettere la campagna di “far cassa” alle spalle degli automobilisti. Sono all’ordine del giorno le comiche scenette degli ausiliari del traffico, ingaggiati allo scopo tramite “service” esterni ai Municipi, in agguato orologio alla mano per colpire al minuto secondo le soste oltre l’orario consentito dal parcometro. Si direbbe nulla di nuovo sotto il sole delle amministrazioni a corto di quattrini, se altrove correttezza, senso civico e rispetto del prossimo, specie se ospite nel territorio, non avessero consigliato di aggiornare tamburo battente i dispositivi delle contravvenzioni alle decisioni di legge. In molti siti internet dei Comuni vengono illustrate ai navigatori le varie casistiche nelle quali è possibile beneficiare delle riduzioni. Nessun problema per i verbali lasciati sul parabrezza o inviati per posta, perché ognuno è corredato dall’allegato bollettino postale con lo “sconto a saldo”. Al comando di polizia interlocale Marciana/Campo invitano a farsi in proprio quattro conti quei pochi automobilisti vacanzieri che gli incanti isolani non lasciano con la testa fra le nuvole. Da parte loro, i web dei Comuni elbani sono troppo occupati a pubblicizzare le brillanti manifestazioni estive e a fregarsi le mani per la riuscita della tassa di sbarco