LA REDAZIONE
Scrivici
PUBBLICITÀ
Richiedi contatto

“Cosa accadrà in bassa stagione? Cominciamo a guardarlo ora”

La lettera: "La stagione estiva non è andata male e si è parlato molto delle iniziative su prezzi e logistica, ma da settembre in poi?"

"Cosa accadrà in bassa stagione? Cominciamo a guardarlo ora"

Caro direttore, sono un abitante della nostra bella isola, pendolare col continente per motivi di lavoro. Non è la prima volta che vi scrivo e già avete dato spazio ad una mia riflessione sul grosso problema dei collegamenti invernali con la terra ferma. Il mio intervento dell’inverno scorso era legato alle gravi lacune dell’orario delle navi allora Moby e Toremar “scollegate” tra novembre e marzo e, guarda il caso, si avvicina la bassa stagione e già si nota che nulla cambierà… o forse. Per tutta la primavera ed estate sono state positivamente commentate la varie iniziative sia sui prezzi, sia sulla logistica, sia sul servizio in termini di qualità che ha caratterizzato la tratta Piombino Portoferraio. Nulla da dire, tranne forse qualche esagerata acclamazione, e la stagione tutto sommato non è poi andata così male. La stagione, appunto, caratterizzata da corse frequentissime, anche troppo, con partenze a volte ogni 10 minuti tra le quattro compagnie, alla faccia della razionalizzazione. Quando i passeggeri non mancano, il business fa gola ed il servizio c’è, ma poi cosa succede? Cosa accade alla decine di corse da settembre in avanti?

Il 23 settembre, se non vado errato, cessa il proprio servizio la Corsica Ferries (ingiustamente accusata da 2 anni per il discorso onde invece di apprezzare l’unico servizio che migliora la traversata da anni) ed il 13 ottobre è il turno di Blu Navy (un applauso per l’impegno e le iniziative introdotte). Dal 14 ottobre il duopolio Moby&Toremar (vietato dire monopolio?) sfrutterà da solo gli ultimi turisti della media stagione fino al ponte dei primi di novembre e poi nessuno ha notato cosa accade? Possibile che non ci sia stato un solo commento agli orari delle navi dal 4 novembre in poi? Premetto che magari gli stessi devono ancora esere definiti, magari si sta ancora lavorando per trovare la combinazione migliore, ma se la situazione è quella che si può consultare sul sito delle compagnie, non nutro particolari speranze. Orari delle compagnie? Intanto mi correggo, della compagnia Toremar, visto che non c’è traccia di corse Moby dal 4/11 a fine anno. Eppure qualcuno aveva detto che era troppo facile guadagnare con la bella stagione e fermare le corse d’inverno. Magari però gli orari proposti da Toremar sono fatti bene, con corse regolari e con cadenze comode… ma così non è, purtroppo. Se si vuole lasciare l’isola, dalla mattina fino alle 15 non ci sono grossi problemi, ma poi c’è una nave alle 17.10 e una alle 20.30! Non esiste nulla che copra la fascia tra queste due navi, una fascia sempre coperta fino ad un paio di anni fa e abbandonata già dall’inverno scorso. Se si vuole venire all’Elba la mattina la situazione non è migliore: o hai la possibilità di essere sul porto di Piombino alle 6.30 oppure bisogna aspettare le 10.00! Non riporto nemmeno la presenza prevista del mezzo veloce (ex aliscafo), d’inverno spesso non parte per avarie o maltempo e poi non trasporta mezzi. La sera poi per tornare sull’isola o alle 19 o alle 22.20 … veramente frustrante! Possibile che nessuno abbia pensato a delle cadenze più regolari, al disagio di raggiungere l’isola la mattina o di andarsene la sera? È veramente paradossale passare da corse ogni 10 minuti ad ogni 3 ore e più, alla faccia del ponte per l’Elba, delle due compagnie che viaggiano tutto l’anno e degli elbani, forse le vittime più penalizzate. Grazie di avermi ascoltato.