LA REDAZIONE
Scrivici
PUBBLICITÀ
Richiedi contatto

“La coda sotto il banco”, esordio per Massei Autunnali

Primo romanzo per la giovane piombinese autrice di diversi lavori nel campo della critica musicale. La presentazione stasera al Libraio con l'autrice

"La coda sotto il banco", esordio per Massei Autunnali

«La coda sotto il banco» sbarca all’Isola d’Elba. Presentazione elbana oggi (alle 21.30) per il romanzo d’esordio di Melisanda Massei Autunnali, piombinese, collaboratrice de «Il Tirreno» e già autrice di numerose pubblicazioni nell’ambito della critica musicale. «La coda sotto il banco» (edizioni Il Foglio) sarà presentato a Portoferraio presso lo spazio adibito da «Il Libraio», Calata Mazzini. Intervengono l’autrice e lo scrittore elbano Federico Regini. L’iniziativa fa parte degli incontri organizzati da «Il Libraio».

«La coda sotto il banco» è uscito nelle librerie dallo scorso 20 giugno. Il libro si avvale della prefazione di Franco Bolelli, il filosofo pop che nel 2010 ha scritto «Viva tutto!» con Lorenzo Jovanotti.

IL LIBRO: Un vecchio liceo in riva al mare. Una classe di gatti e un professore umano. La loro avventura lunga un anno, con i due mondi che si scontrano e si incontrano, si odiano e si amano, ma alla fine non sanno fare a meno l’uno dell’altro: perché tutte le grandi passioni e le grandi amicizie, in fondo, spuntano fuori dagli scontri più acerrimi, e perché non c’è contrasto che alla fine non sia in grado di conquistarsi lo spazio per l’armonia. Al di là di ogni diversità. Ivano, Jacopo, Celeste, Sigismondo e tutti i loro compagni impareranno giorno dopo giorno ad apprezzare Augusto Bellandi: il professore severo e insieme burlone, pronto a farsi serissimo, però, quando in ballo ci sono valori dell’onore e del rispetto. Attorno a loro un porticciolo antico, dove le barche trascinano avanti e indietro ogni giorno centinaia di pesci luccicanti. Sullo sfondo, la scuola che cambia e che sente sempre più stretto il legame con le nuove tecnologie, mentre, in parallelo, i contenuti tradizionali sembrano reggere il confronto con se stessi solo quando ad agitarli c’è il fuoco delle grandi imprese. Un romanzo pop dedicato a chi ama i gatti, la loro intelligenza, ma anche la loro indipendenza: perché nessun un gatto potrà mai rispettarti davvero se non hai saputo meritarti il suo rispetto.
Il libro si avvale della prefazione di Franco Bolelli, il filosofo pop che nel 2010 ha scritto «Viva tutto!» con Lorenzo Jovanotti.

Dalla prefazione di Franco Bolelli: “Davanti alla surreale scuola per gatti di questo libro, impossibile non pensare alle grandi favole greche dell’antichità: questo filone metaforico è qui rilanciato proiettando alcuni temi al di là del tempo – le relazioni personali e generazionali, le dinamiche dell’educazione, la crescita e la formazione dell’adolescenza – sull’orizzonte contemporaneo, mettendo in scena tutti i riferimenti della contemporaneità. È il qui&ora moltiplicato per l’aldilà del qui&ora. È per questo che il suo tono paradossale riesce a essere tanto spiazzante quanto centratissimo, e che la sua scelta di giocarsi su un tono da commedia divertente alcune questioni tutt’altro che superficiali funziona così alla grande.”

L’AUTRICE: Melisanda Massei Autunnali è nata a Piombino nel 1978. Dopo la laurea in Filosofia (2002), si è dedicata prevalentemente alla critica e alla ricerca musicale: tra i suoi libri ci sono «Gianna Nannini – Discografia illustrata» (2007), «Claudio Baglioni. Discografia illustrata» (2008), pubblicati con Coniglio Editore, e «Caruso. Lucio Dalla e Sorrento. Il rock e i tenori» (Donzelli, 2011). Ha collaborato con «Il grande dizionario della canzone italiana» di Dario Salvatori (Rizzoli, 2006) e con «Il dizionario completo della canzone italiana» di Enrico Deregibus (Giunti, 2006). Nel 2004 ha aperto il sito www.lacanzoneitaliana.it e nel 2012 www.effettomolecole.it, dedicato all’innovazione tecnologica. Dal 2007 fa parte della giuria del Premio Tenco. Dal 2009 collabora con il quotidiano «Il Tirreno». Questo è il suo primo romanzo.